Utente 627XXX
Sono un 54enne romano impotente fin da ragazzo, diciamo dall'eta' di 17 anni.
A 20 anni, sotto le armi ho avuto fenomeni di allucinazione, e mi venne diagnosticata una nevrosi d'ansia in psicolabile con pregresso episodio confusionale.
Riformato, mi sono dedicato alle appropriate cure psichiatriche che mi hanno consentito di superare ogni problema psichico.
Ma l'impotenza, quella no.
In eta' piu' adulta ho cercato di curarmi con decisione, rivolgendomi e restando in cura per piu' anni presso un centro medico specializzato nella cura dell'impotenza, ma senza risultati.
L'unico risultato ottenuto e' la conferma che la mia impotenza e' di natura psicogena.
Le iniezieni di prostaglandina che feci una quindicina di anni fa non mi danno soddisfazione e non fanno per me.
Pure sposandomi ( mia moglie e' ancora vergine )ho cercato l'unica pseudo-soluzione : rimuovere il pensiero dal sesso.
Posso dire che l'unica volta che ebbi una erezione completa con relativa penetrazione satisfattiva e' stata 10 anni fa circa quando di mia iniziativa e senza prescrizione medica assunsi la prima pasticca di Viagra.
Ovviamente ci riprovai altre volte, ma ahime', nulla piu'.
Non soffro di malattie particolari e godo di buona salute.
Cio' che vorrei, al punto della mia vita al quale sono ora arrivato, e' l'impianto di una protesi peniena che mi consenta una penetrazione soddisfacente ma che preferibilmente vorrei applicata in regime di day hospital.
Grato per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che il Suo problema possa essere risolto con il lavoro congiunto di un esperto uro-andrologo e di un psicosessuologo.
Anche riguardo alla tipologia ed alle modalità dell'impianto protesico l'unica strada é quella di rivolgersi direttamente al chirurgo operatore che La visiterà (il nostro forum presenta Illustri Uro-andrologi).Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
concordo con il collega, prima di arrivare ad una soluzione chirurgica potrebbe essere favorevole un consulto psicosessuologico
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#3] dopo  
Utente 627XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio entrambi i professionisti dott. Izzo e Quarto, ma mi permetto di dubitare fortemente circa l'utilita' del consulto psicosessuologico nel mio caso.
Dovete considerare che la mia storia personale di impotenza e' ultra-decennale e che in questo non breve lasso di tempo:
- il deficit erettile si e' incancrenito, per cosi' dire
- non sono rimasto completamente con le mani in mano e sono stato in cura pure da uno psicologo e da uno psichiatra per il problema specifico.
Il primo ( o forse il secondo, ora in ricordo l'altro luminare al quale mi rivolsi ) consulto lo ebbi con il professor Isidori ( parliamo degli anni '80 ) il quale realizzata l'impossibilita' di guarigione, mi dirotto' da uno dei suoi piu' valenti allievi.
Da costui rimasi in cura per anni, senza esito alcuno.
Francamente sono stufo di girovagare per studi medici a rappresentare un qualcosa per il quale ho ormai realizzato non ho rimedio.
Ecco perche' chiedevo lumi sull'impianto di protesi peniena.
Anche per capacitarmene con l'ausilio morale oltreche' professionale dei valenti professionisti che mi stanno leggendo e di quelli che mi hanno gia' risposto e che saluto e ringrazio con cordialita'.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...Le ho consigliato Uro-andrologi (quindi chirurghi).Il Collega citato a Roma é un'Eminenza dell'Andrologia clinica (cui appartengo),peraltro consultato circa 20 anni orsono.La realtà odierna é,certamente,più articolata e proiettata nel futuro.Cordialità.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
un altro consiglio che posso darle ,oltre a quelli già ricevuti per avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, è quello di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450. Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

credo che il suo problema debba trovare una soluzione adeguata che le possa consentire una soddisfacente attività sessuale.
La soluzione protesica rappresenta sicuramente la più antica tra le soluzioni del Deficit Erettile ma rimane una delle più valide pur se richiede un atto chirurgico, peraltro abbastanza semplice, che può essere effettuato anche in regime di Day Hospital.
Nella mia esperienza di centinaia di impianti protesici penieni il tasso di soddisfazione è assolutamente elevato e superiore a quello di altre procedure terapeutiche.
consulti www.erezione.org e troverà ulteriori informazioni in merito
cari saluti