Utente 837XXX
Egregi Dottori, buona serata.

Vorrei gentilmente porvi una domanda riguardo l'attività fisica che sto svolgendo in palestra!

Sono alto 180 e peso 68 kili, senza colesterolo e senza nessuna patologia. Vorrei tenermi in forma camminando, correndo in palestra con il rullo e simulare le scale a piedi tramite un'apposita macchina.

Faccio tutti gli anni l'elettrocardiogramma normale e sotto sforzo ed è tutto perfetto, nessun problema, però vorrei sapere delle cose più che altro per una mia tranquillità.

1- Quando lavoro sulla corsa e sulle scale per circa 5/6 minuti, le pulsazioni arrivano a 140/145 circa, è una velocità normale per uno che corre e che fa degli sforzi aerobici? crea problemi a un cuore sano o lo rinforza?

2-La sera invece i battiti sono molto ridotti, circa 65/67 al minuto, volevo sapere se è normale che siano al di sotto della soglia dei 70?

3-Esiste una "velocità massima" (chiamiamola così) oltre la quale meglio non avvicinarsi? Ho fatto il famoso calcolo 220-37(mia età) ed è uscito 183, lungi ad arrivare a quella velocità!

4-Son sufficienti 5/6 minuti di corsa per allenare il cuore oltre che a camminare per almeno un oretta ogni tanto?

Vi ringrazio anticipatamente per la risposta!
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La frequenza massima che ha calcolato e' corretta, ma il concetto di allenamento del cuore va molto sfatato: il cuore tenta di adattarsi allo sforzo, ma questo e' ben lungi dall'essere benefico.
L'attivita' migliore e' il cammino a passo svelto almeno un'ora al giorno, la corsa di 5-6 minuti non porta ad alcun vantaggio aggiuntivo, anche se puo' essere divertente.
Arrivederci
cecchini