Utente 582XXX
Gentili dottori,
mio marito ha eseguito a marzo un intervento di varicocele sx di III° e il mese scorso ha effettuato il primo spermiogramma dopo l'intervento con i seguenti risultati:
Volume 4 v.r. 5° percettile > 1,5 mL
N° spermatozoi/ml 8.500.000 >15 milioni/Ml
n° spermatozoi/eiaculato 34.000.000 >39milioni
Motilitaà progressiva 37,4% >32%
Motilità non progressiva 9,4%
Motilità PR+NP 46,8% > 40%
Immobili 53,2% >40%
Forme normali 2,0% >4%
Conclusioni OLIGOTERATOZOOSPERMIA

In pratica la variazione post intervento è stato dell 0,4% nelle forme normali, dato che i miglioramenti sono stati veramente minimi possiamo sperare in una gravidanza naturale? Il nostro medico è ottimista e ha dato una cura di 4 mesi con Puregon 100, Spergin q10 e Fertiplus.
Riusciremo ad avere miglioramenti con questa cura? Noi non vogliamo prendere assolutamente in considerazione tecniche di fecondazione assistita o cose del genere ma con questi risultati pensiamo che sarà veramente difficile riuscire ad avere una gravidanza naturale. Siamo molto sconfortati e non sappiamo se continuare con le cure o lasciar perdere tutto...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
con quei valori la possibilità di induzione di gravidanza naturale è inferiore al 5% all' anno, contro un 18% dellla popolazione sana. Detto questo non ho personalmente garn fiducia degli integratori alimentari (spergin e fertiplus) veda il link
http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/912-integratori-alimentari-farmaci-naturali-nutraceutici-andrologia.html
Inotre la terapia con puregon (gonadotropina) può veramente migliorare il seme se i livelli basali di FSH di suo marito sono inferiori a 2, se sono superiori non vi è miglioramento del seme.
Da valutare comunque prima di terapia medica l' assenza di recidiva/persistenza del varicocle mediante ecodoppler
[#2] dopo  
Utente 582XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore, dai controlli non risulta nessuna recidiva l'intervento sembra riuscito...il medico associa questo ridotto miglioramento al caldo dell'estate e dice che il picco di miglioramento dovrebbe esserci in questi mesi con l'inverno...mah mi sembrano tante stupidagini e sinceramente non le nego che voremmo interrompere tutto e non pensarci più..
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Lo spermiogramma di tutti mammiferi (uomo compreso) ha picchi primaverili e cadute invernali, legati alla stagione degli amori. I picchi della produzione spermatica nei mammiferi sono regolati in maniera tale da far nascere la prole alla fine dell' inverno-inizio primavera, quando il cibo è più abbondante.
La maggiore induzione di gravidanze nel perido estivo della razza umana sembra legato più che altro alle ferie ed alla diminuzione dellop stress legato al lavoro.
http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1457-stress-fertilita-ovvero-favola-rapporti-mirati.html
Come vede non sarei molto d' accordo con quanto affermato, se fosse vero le popolazioni Sahariane ed i colonizzatori bianchi di quelle terre sarebbero sterili.
[#4] dopo  
Utente 582XXX

Iscritto dal 2008
A questo punto mi sa che il prof. a cui ci siamo rivolti ha proprio preso un abbaglio oppure ci sta spennando vivi...lei caro dottore che cosa consiglierebbe al posto della cura di integratori? Abbiamo fattomilioni di analisi, il cariotipo, abbiamo risolto il varicocele, ma allora da cosa dipendono questi risultati? Non si riesce a venirne a capo..
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Si sa che solo il 70% dei varicoceli operati migliora la qualità del seme, negli altri casi sono state proposte terapie di vario gebnere, senza peraltro risultati veramente eclatanti. Si può pensare a fecondazione assistita.