Utente 179XXX
Buongiorno, ho 35 anni ed a seguito visita manuali da parte di un urologo (senza quindi ecografia) mi è stato diagnosticato uno spermatocele DX, problema che ho ormai da 4 anni. Mi è stato prescritto solamente un antinfiammatorio da usare nei casi di necessità. (toradol)
Di seguito le MANIFESTAZIONI: piccolo rigonfiamento di natura idrica al tatto su parte alta del testicolo destro (zona epididimo) di circa 2 cm, che si manifesta soprattutto quando:
- sono seduto a lungo con gambe strette,
- prima/dopo i rapporti sessuali e nel momento di maggiore afflusso sanguigno nel pene
- in tutti gli altri casi in cui la pelle scrotale non è rilassata
- scompare invece (quasi del tutto anche al tatto) quando sono in piedi, quando cammino e in tutti i casi in cui il sacco scrotale è rilassato.
Questi i miei SINTOMI:
- punta di dolore/fastidio cronico NON DURATURO a livello del testicolo destro in linea retta che dll'inguine scende verso l'interno coscia, dove è piu accentuato e si sente maggiormente se premo con la mano proprio l'inguine, come se i muscoli fossero indolensiti da un precedente grosso sforzo fisico
- prurito nella zona del rigonfiamento testicolare interessata con pelle squamata
DOMANDA: lo spermatocele porta dolore testicolo ingunale/interno coscia in un tratto nervoso ben distinto?

Inoltre ho chiesto di vedere se ho un varicocele a SX, e al tatto mi è stato detto di no.
Se tocco la parte del sacco scrotale sopra il testicolo SX sento però una serie enorme di filamenti venosi che non ho a DX, con la parte superiore di tali filamenti piu grossa al tatto, come un gruppo piu copsicuo facilmente distinguibile
L'urologo non ha ritenuto necessaria una ecografia.
Non ho alcun sintomo, saltuariamente sento un pizzico di un microsecondo che poi scompare subito al livello dell'inguine alto.
DOMANDA: Posso avere un suo parere anche su questa diagnosi in base a quanto descritto?

Ps: in passato: 2004 e 2007 ho fatto delle ecografie dove non veniva evidenziato nessun varicocele, puo essersi sviluppato in questi ultimi anni oppure il lasso di tempo è troppo piccolo?
Il mio pensiero è che possa portare infertitlità.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dalla sua storia clinica si evince che pur avendo ricevuto varie ed autorevoli risposte il suo "tarlo" continua a lavorare, mentre basterebbe eseguire un esame del liquido seminale secondo i criteri WHO ed una ecoagrafia con ecodoppler per fare una diagnosi corretta. Si consulti anche con il suo medico di base e se fosse necessario ci faccia sapere.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Ho chiesto una ecografia ma mi è stato detto che non era necessaria.
Cmq da lei volevo una semplice risposta alle domande poste su:
1 - dai sintomi descritti concorda con spermatocele o cisti?
2 - nel lato sx è normale al tatto una concentrazione di massa di vene con la parte superiore piu grossa?

Saprebbe consigliarmi un buon urologo a trapani?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
rispondo seguendo i suoi numeri:
1) la diagnosi si fa ecograficamente.
2)al tatto è possibile percepire un agglomerato di vasi ma questo non vuol dire avere un varicocele che per assere diagnosticato ha bisogno di un referto ecodoppler.

Non ho colleghi da consigliarle e la rimando al suo medico di base che conosce il territorio.

Cordialità