Utente 274XXX
Salve dott. Baraldi, volevo porle un quesito su dei test hiv, hcv ed epatite b fatti a distanza di 7 e 10 mesi da un evento a rischio, premesso che sono risultati tutti negativi e nello specifico il test hiv è di terza generazione (metodo immunoenzimatico per la ricerca degli anticorpi contro gli antigeni core ed envelope dell'hiv 1 e hiv 2), essendo io portatore sano di talassemia (mia madre mi ha detto che ho l'anemia mediterranea ma non ho mai avuto disturbi di nessun tipo o preso mai farmaci relativamente alla talassemia),
vorrei sapere se il fatto di essere portatore sano di talassemia può inficiare la validità dei test fatti? soprattutto quello sull'hiv, o variarne il periodo finestra?

Fiducioso di una sua risposta, le auguro buona giornata.
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Non c'è nessuna interferenza della microcitemia, ne variazioni del periodo finestra, stia tranquillo