Utente 221XXX
gentili medici, sono una donna di 34 anni, peso 39 kg (circa un anno fa ne pesavo 45), scrivo a seguito di un problema che mi sta rovinando la vita. Da anni ho problemi intestinali, che hanno andamento altalenante ( ci sono periodi in cui sto benissimo e altri in cui è uno sfacelo). Sin da ragazzina ho sofferto di numerose afte boccali, affaticamento e dolori di pancia lievi con evacuazioni costanti e numerose nell'arco della giornata ( notavo questo maggiormente il giorno dopo aver mangiato una pizza). Durante l'università i problemi si sono aggravati e improvvismante ho avuto dolori, aria e feci chiare e galleggianti che emettevo più volte al giorno, frequenti mal di testa e la perdita dei primi 5 kg (pesavo inotrno ai 52 kg), in quello stesso anno presentavo febbricola ricorrente che non suprava i 37.5 gradi e senso di nausea. A tal proposito feci una gastroscopia e esami per le intolleranze che hanno dato esito negativo, tranne quella al lattosio che eliminai traendo giovamento a livello delle afte e dei mal di testa. Dopo quel brutto periodo sono guarita all'improvviso, senza l'uso di farmaci e ho ricominciato a mangiare di tutto riscontrando un certo fastidio con il che mi causavano a volte anche tanti puntini pruriginosi sullo scollato e i glutei. Ho fatto i test per le allergie ma sono risultati negativi, fatti tutti gli esami per la celiachia compreso il dna. Dopo due anni di miglioramento sono nuovamente peggiorata da un anno fino ad arrivare a fare una colonscopia a maggio 2011 con esito iperplasia linfoide dell'ileo diffusa e marcata con aspetto acciottolato( che a dire dei medici che ho consultato non significa nulla). Da settembre ho iniziato ad avere dei dolori lancinanti e delle diarree miste a periodi di stipsi con feci caprine e a volte fecalomi., la situazione è migliorata con l'uso di antibiotici e fermenti lattici, il pentasa non è servito a molto. Lo sfacelo totale senza ritorno che vivo ora è stato causato da una puntura di decapeptyl per indurre una menopausa chimica per problemi mestruali insorti sempre nello stesso anno e a seguito della quale già dopo mezz'ora dalla somministrazione la mia pancia ha inizato a farmi malissimo e a riempirsi d'aria, e da li una volta al mese almeno ho dolori violentissimi che mi causano svenimenti e che si placano solo dopo aver avuto tre o 4 scariche di cui la prima di feci composte che man mano diventano sempre più liquide fino al vero muco arancione brunastro che briìucia. Ho ripetuto la gastro pochi giorni fa, attendo l'esito delle biopsie perchè ho avuto ed ho ancora problemi di disfagia, ho la sensazione che la lingua si blocchi, acidi che mi tolgono il respiro e soffocamento. Risultato: cardias beante, attndiamo l'esito delle bipsie. Ora assumo pantorc da 20 mg ma non noto migliorie, ho sempre una patina sul palato come se avessi magiato arrosto grasso, la lingua che mi punge,ruvida e come se avessi peli e sensazione di gola tra secco e piena di muco, sapore dolciastro.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Cara ute,te,
I suoi sintomi sono riconducibili al reflusso gastroesofageo ed al colon irritabile.
Non tema alcunchè di grave.
Un buon gastroenterologo potrà senz'altro esserle di aiuto.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
grazie dottore per la celere risposta,ma sono stata spesso deviata verso le più svariate ipotesi compreso crohn e celiachia ... mi hanno consigliato di fare una entero risonanza ma per colpa di problemi di circolazione e allergie mi è sconsigliato il contrasto.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività +52
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi rendo conto.

Attendiamo le biopsie e, se riterrà, mi aggiorni pure.