Utente 150XXX
Salve Dottore, sono un ragazzo di 25 anni. Ho sentito parlare di tachicardia da ortostatismo. Quando mi alzo in piedi dopo essere stato seduto per un po' mi capita di avvertire annebbiamento della vista (non sempre) e l'aumento della frequenza cardiaca. Non saprei dirle qual'è la mia reale frequenza cardiaca a riposo in quanto da due holter 48/h effettuati risulta una frequenza minima raggiunta di 36-40 battiti,ma di giorno non riesco mai a raggiungere tali frequenze. Sono ansioso e mi sono curato per attacchi di panico. In questo periodo non riesco a far scendere le mie pulsazioni al di sotto delle 55-57 e si aggirano di norma sulle 60-70. Quando mi alzo in piedi noto all'inizio un incrementi fino alle 85-90 pulsazioni, poi scendono subito e si attestano sulle 70-85. A volte mi capita di provare sofferenza (sensazioni di sbandamento, sensazioni di mancanza d'aria, afflosciamento ecc) quando rimango in piedi immobile per troppo tempo. Di cosa si potrebbe trattare? Premetto che ho un lieve prolasso della mitrale e ogni anno effettuo l'ecocardiogramma. Ho effettuato anche un test da sforzo 3-4 anni fa e due holter dai quali risultano solo delle sporadiche extrasistoli. Tutti questi controlli sono risultati nella norma e i medici mi dicono che posso fare tutto ciò che voglio, ho avuto anche l'idoneità agonistica per il ciclismo anche se con l'obbligo di controllo a sei mesi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le variazioni della sua frequenza cardiacaa sono perfettamente fisiologiche
Non vedo pertanto alcunche' di preoccupante. La sintomatologia che lei riporta e' tipicamente di tipo ansioso
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille Dottore. Io ho preso citalopram in gocce per un anno per curare gli attacchi di panico. Ho smesso la cura da quasi un mese, questi farmaci possono influire sulla frequenza cardiaca durante la cura e dopo aver smesso di prenderli?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certo, e la sua elevata quota ansiosa spiega benissimo i disturbi che lei riferisce
Arrivederci
Cecchini
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille Dottore
Arrivederci
[#5] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Salve Dottore, ma è normale che pedalando su una bike da spinning a velocità moderata il mio cuore raggiunga 160 pulsazioni? Quest'estate essendo ancora sotto farmaco (citalopram) ho pedalato benissimo e trovo una differenza di 20-30 battiti, è normale? Da quando ho lasciato il farmaco sono di nuovo più ansioso ma queste differenze sono normali? Mi scusi di nuovo e grazie ancora