Utente 274XXX
Dottori buon giorno, premetto che soffro di aritmie e sono in terapia farmacologica con cordarone da 20mg cardioaspirina e pantorc, inoltre mi è stata riscontrata diversi anni fa la sindrome WPW. Trascrivo il referto dell'ecocardiogramma color-doppler eseguito in data 23/10/2012: "Ventricolo sinistro di normali dimensioni, con spessori parietali aumentati, a livello del setto, apice ed antero-laterale distale, globalmente ipocinetico, con ridotti indici di funzione sistolica(FE30%) Ecocontrasto spontaneo di intità moderata-severa in atrio e ventricolo sinistro. Valvola mitrale con morfologia da basso flusso. Atrio sinistro di volumi marcatamente aumentati. Valvola aortica tricuspide,con semilunari normomobili;bulbo e tratto ascendente di normale calibro. Sezioni destre regolari, con cinesi ventricolare conservata. Lieve falda di versamento pericardico, diffuco, con accenno a parziale collasso diastolico dell'atrio destro. Regolari gli altri apparati valvolari. Rigurgito valvolare mitralico di grado-moderato severo, incontinenza tricuspidale di grado moderato, con normale pressione sistolica in arteria polmonare. Disfunzione diastolica del ventricolo sinistro di II°. Normale calibro della vena cava inferiore che conserva una buona risposta inspiratori" Si consiglia integrazione con risonanza magnetica cardiaca. Chiedo gentilmente a quali rischi vado incontro dal momento che il mio medico di famiglia consigliava un ricovero in struttura cardiologica che ho per il momento rifiutato. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' opportunio che lei segua il consiglio del suo medico curante
La situazione che lei riporta necessita effettivamente di ulteriori indagini
Cordialita'
cecchini
[#2] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
A me pare che qui manchi una valutazione clinica, che dovrebbe essere alla base delle indagini strumentali. Il termine aritmie è generico: di quali aritmie parla? Il WPW può avere a che fare con alcune aritmie, ma non con la situazione descritta all'eco che -in linea di massima- fa pensare all'ipotesi di una cardiopatia ipertensiva (ma lei non dice se ha mai avuto la pressione alta) o ischemica (ha familiarità? fuma? Ha colesterolo e/o trigliceridi alti?) o una forma di cardiomiopatia ipertrofica (anche qui: ha familiarità?) o altro (ipotiroidismo da cordarone, per esempio). Soprattutto: ha sintomi come dolori toracici o mancanza di respiro quando fa qualche sforzo? Se non ha sintomi, non vedo la necessità di un ricovero, ma solo di un consulto da un bravo cardiologo che raccolga una buona anamnesi, valuti gli esami precedenti ecc. e prescriva degli esami mirati (senz'altro necessari, ma eseguibili ambulatoriamente o eventualmente in Day Hospital presso una struttura ospedaliera tipo una cardiologia magari con ambulatorio delle cardiomiopatie o un ambulatorio dello scompenso). Mi sembra strano, per esempio, che le sia stato prescritto il Cordarone, che non è mai il farmaco di prima scelta per le aritmie. Lo ha prescritto un aritmologo, dopo che altre terapie avevano fallito? Lo prende da molto tempo? Ha controllato regolarmente il valore degli ormoni tiroidei?
[#3] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Grazie infinite al Dott. Cecchini Maurizio e alla dott.ssa Chiara Lestuzzi per l'immediatezza e la chiarezza della risposta. Utente 274323