Utente 274XXX
Buonasera,
sono un ragazzo di 24 anni che circa 16 giorni fa ha subito l'asportazione chirurgica di un nevo in viso, precisamente sulla guancia. L'operazione, effettuata da un chirurgo plastica, è andata bene e non ci sono stati problemi di alcun genere fino alla rimozione dei punti. Quache giorno dopo, infatti, ho accidentalmente rimosso una crosticina dalla ferita e, ad oggi , la cicatrice si presenta abbastanza irregolare: un'estremità è abbastanza sottile e lineare mentre l'altra è infossata, quasi come se ci fosse un buchetto "triangolare" di pochi mm, ma decisamente antiestetico (proprio nel punto in cui era presente la crosta caduta). Il medico che ha effettuato l'intervento mi ha prescritto l'uso di alcune pomate a base di silicone, ma mi chiedo se sia effettivamente utile l'uso di questo tipo di prodotti, per una cicatrice che non appare affatto in rilievo ma tutt'altro. La mia preoccupazione è che il buco possa restare e chiedo a voi se sia possibile in qualche modo migliorare la situazione o se è ancora troppo presto per trarre conclusioni. Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive , quanto mai inopportuna la "rimozione della crosticina" pittosto che l'applicazione della crema consigliata.

E' un pò presto per parlare di esiti non soddisfacenti dal punto di vista estetico.