Utente 273XXX
salve,mio fratello di 25 anni ha una strana tachicardia.quando si alza dlla sedia i battiti arrivano intorno ai 115 per poi scendere.ha misurato la pressione pure in piedi ed è uguale a quella da seduto.110-75
quando si sdraia i battiti gli si abbassano anche a 48 e se fa un minimo movimento vanno a 80-85.ha eseguto tutte le analisi cardiologiche del caso qualche mese fa,niente di che.adesso però continua ad avere questi problemi,cosa puo essere?puo essere la tiroide o carenza di elettroliti??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei dice che ha già fatto tutte leindagini cardiologiche del caso (ha già fatto un ECG con visita, ha già fatto un Holter cardiaco e un ECOcardiogramma ?)...se così è deve attenersi a quanto le è stato detto dal cardiologo di fiducia...e questo non significa che non ha nulla, ma che non è interpretabile come dovuto al cuore.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
si,ha fatto tutte gli esami che lei ha sopracitato appena 3 mesi fa.la situazione è rimasta uguale,quando si alza battiti accellerati che poi tendono a normalizzarsi.cosa pensa lei?? rifare tutto??
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Scusi, ma ho notato che nell'arco di 10 giorni lei ha chiesto ben 4 consulti (uno respinto) per aritmie, e che la storia clinica che adesso attribiusce al fratello 25enne somigliano molto a quella che riferiva per sè stesso qualche giorno fa. Dubito che riproporre dei sintomi (tra l'altro piuttosto atipici) a un servizio di consulenza a distanza potrà risolverle il problema. La mia impressione è che lei somatizzi problemi non cardiologici.
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
guardi che io e mio fratello abbiamo sintomi differeenti e non credo di recare alcun danno nel fare una domanda ai dottori competenti.se alcune mie richieste si sono ripetetute è solo per il fatto che la risposta non rispondeva alla domanda,ma era molto vaga e non centrava la stessa.


cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
16% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente, in realtà la sua descrizione dei sintomi, per quanto apparentemente molto accurata, risulta troppo vaga per orientare una diagnosi. Per questo la risposta le è sembrata vaga. Il senso del mio commento era che nessun cardiologo può aiutarla a distanza: è meglio che ne cerchi uno con cui parlare direttamente e che la valuti nella sua globalità. La frequenza cardiaca cambia continuamente nell'arco della giornata, ed è influenzata da attività fisica, cambiamenti di posizione e anche stati emotivi. Lo stato ansioso di cui soffre da anni può essere causa di palpitazioni o semplicemente esacerbare la sensibilità a ogni variazione del ritmo.
[#6] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
grazie mille