Utente 274XXX
Gentili medici,
A seguito di uno spermiogramma effettuato recentemente, fra tutti i valori che sembrano rientrare nella norma, (motilita', morfologia, vitalita', numero spermatozoi etc.) l'unico notevolmente elevato e' quello relativo ai Leucociti (10 milioni). Ho effettuato anche la spermiocoltura ed il risultato e' stato negativo. Mi sembra di capire quindi che la causa possa essere una prostatite di natura infiammatoria ed asintomatica. Quindi chiedo qual'e' l'azione che questi leucociti hanno sulla fecondita' degli spermatozooi visto che la morfologia e vitalita' (che spesso vengono condizionate) risultano nella norma?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
la prostatite può essere causa di una astenospermia ( diminuita mobilità degli spermatozoi) ma come Le dicevo qs non è Vangelo; cmq è bene eseguire una visita urologica/andrologica perchè non si deve certo attendere che il suo spermiogramma possa rivelare una astenospermia e se è presente una prostatite qs va diagnosticata e non ipotizzata e curata.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la leucospermia,specialmente se così ben rappresentata,può essere espressione di uno stato flogistico delle vie seminali ma,nel Suo caso,la normalità delle percentuali relative alla morfologia ed alla motilità degli spermatozoi,rende il quadro seminale confuso,avvalorato dalla negatività delle indagini batteriologiche.Non ci dice nulla circa le condizioni della prostata che,immagino,sia stata visitata.Prima di partire con terapie aspecifiche,mi atterrei ad una diagnosi andrologica rigorosa.Ne parli con l'andrologo di riferimento,se c'è,e ci aggiorni,se ritiene.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori,ringraziandovi per la celerita',e per la consulenza, come ben consigliato ho sentito il mio urologo. Anche lui nn ha escluso del tutto la natura batterica ed infatti mi ha suggerito un massaggio prostatico ed una nuova spermiocoltura fra circa un mesetto per comprendere meglio il quadro clinico.Intanto mi ha prescritto del fertimev (che gia'prendevo) a cicli di 15 giorni ed il brufen da 400mg a cicli di 5 giorni. Mi ha anche incoraggiato (spero sia vero) dicendo che visto il numero elevato di spermatozoi (circa 117 milioni) ed una discreta motilita'e morfologia, anche se i leucociti sono cosi alti non e' detto che ogni possibilita' di fecondazione sia momentaneamente preclusa!
Cordialita'
[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
In perfetto accordo con quanto riferitole dal suo urologo
[#5] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Gentili Dottori,
Chiedo nuovamente il vostro parere sulla cura che sto effettuando con il mio urologo per curare le Leucospermia. Dopo aver concluso circa 2 mesi con dei cicli di brufen e Fertimev, il mio medico mi ha suggerito di continuare ancora per un altro mese con il Fertimev (perche' ritiene che servano almeno 3 mesi di tale integratore per notare i risultati), ma la cosa che non capisco e' che mi abbia consigliato di ripetere la spermiocoltura per capire se ci sono ancora leucociti nello sperma o meno. Da ignorante vi chiedo, ma la spermiocoltura non serve solo per indagare la presenza di batteri o miceti? Per notare la presenza dei leucociti non basta lo spermiogramma?

Grazie per la cortese attenzione,
Buon lavoro.
[#6] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Gentili Dottori,
Chiedo nuovamente il vostro parere sulla cura che sto effettuando con il mio urologo per curare le Leucospermia. Dopo aver concluso circa 2 mesi con dei cicli di brufen e Fertimev, il mio medico mi ha suggerito di continuare ancora per un altro mese con il Fertimev (perche' ritiene che servano almeno 3 mesi di tale integratore per notare i risultati), ma la cosa che non capisco e' che mi abbia consigliato di ripetere la spermiocoltura per capire se ci sono ancora leucociti nello sperma o meno. Da ignorante vi chiedo, ma la spermiocoltura non serve solo per indagare la presenza di batteri o miceti? Per notare la presenza dei leucociti non basta lo spermiogramma?

Grazie per la cortese attenzione,
Buon lavoro.
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...evidentemente il collega vuole cautelarsi verso una eventuale evoluzione del processo infiammatorio.
In definitiva,concordo suula necessità di un approfondimento diagnostico.Cordialità.
[#8] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori, approfitto ancora della vostra disponibilita' per sottoporvi una perplessita' la quale mi imbarazza un po' parlarne col mio urologo.Ho letto in internet che una possibile causa di un infiammazione delle vie seminali cn conseguente aumento dei leucociti potrebbe anche essere lo "stop contropressorio".Premetto che ho 31 anni e sin dall'infanzia ho praticato per parecchi anni la masturbazione ritardando quasi sempre l'eiaculazione per prolungare il piacere...Potrei aver procurato qualche danno secondo voi? Io non ho mai avvertito nessun dolore o bruciore ne fastidio in tutti gli anni...e nemmeno adesso! E masturbarmi con conseguente trattenuta dello sperma prima del rapporto con la mia donna incide sull'aumento dei leucociti?Grazie sempre ...buon lavoro!
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la leucospermia non è una malattie ed il suo significato è,tuttora,controverso.Il coito interrotto prolungato non è nè sicuro come metodo contraccettivo,nè "favorevole" per la "resa sessuale" futura.Cordialità.
[#10] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta egregio dott.Izzo. Quindi dovrei escludere che questa mia "pratica" (preferibilmente da evitare)sia la causa principale dell infiammazione?
[#11] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...cerchi di variare...Cordialità.