Utente 235XXX
Buon giorno, mi è capitato di sentire chiaramente una serie di 4 o 5 extrasistoli una dietro l'altra, credo si chiami run, vorrei sapere se è pericoloso.
Premetto che soffro di extrasistolia ventricolare da qualche hanno e, dagli esami fatti, il cuore strutturalmente è nella norma.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non dovrebbe esserlo se stiamo parlando di extrasistoli sopraventricolari, ma se si tratta di ventricolari il discorso può cambiare...Và comunque effettuata una diagnosi corretta identificandole aritmie in questione e quindi è opportuno eseguire un holter ECG, che però assume valore diagnostico se durante la registrazione si verificano i sintomi che lei definisce dovuti a "una serie di 4 o 5 extrasistoli una dietro l'altra".
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
ovviamente l'holter l'ho eseguito parecchie volte ma, ovviamente, nel periodo dell'esame non ho avuto extrasistole in sequenza se non alcune coppie (ovviamente ventricolari) per tanto il run che percepisco ogni tanto e sono sicuro sia di natura ventricolare non viene registrato; a questo punto cosa mi può consigliare?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
.... (ovviamente ventricolari) lei dice....ma tanto ovvio non è ...le aritmie ventricolari, ancor più se complesse,come sembrerebbe nel suo caso, vanno interpretate in maniera diversa rispetto alle forme sopraventricolari. Ho visto che lei ha già chiesto altri consulti e ha già effettuato delle indagini. Direi che importante chiarire alcuni aspetti.
1) se le extrasistoli che lei presenta hanno origine o meno dal ventricolo destro (visto che all'eco è stata riscontrata un lieve dilatazione di questa camera)
2) la RMN che ha fatto è un esame importante per escludere una displasia aritmogena del VD, ma ha valore se eseguita in un centro di alta specializzazione a riguardo (e non ce ne sono poi tanti in Italia) e se è stata effetuata in assenza di extrasistolia (differentemente l'aritmia rende non interpretabili i risultati)
3) anche se non ha la displasia il numero di extrasistoli nelle 24 h è importante perchè se equivale o supera il 25-30% dei battiti totali registrati nelle 24 h con un Holter ECG, questo nel tempo può creare alterazioni della funzione cardiaca e necessita di terapia (farmacologica o ancor più, se inefficace, interventistica con ablazione transcatetere con RF).
Per i motivi che le ho spiegato lei dovrebbe rivolgersi ad un bravo aritmologo (uno specialista in cardiologia con particolare esperienza nel settore delle aritmie cardiache).
Saluti
[#4] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Ringraziando per le Sue risposte vorrei precisare che dall'ultimo Holter il numero di extrasistole ventricolari sono circa 1.500 con 12 coppie e di morfologia BBDX (da che ventricolo si generano?) e l'ultimo eco cardio che ho eseguito il mese scorso appariva nella norma.
Per cui i cardialogi che hanno visionato gli esami mi dicono di non fare nulla; sono un pò confuso.
Distinti saluti
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
1500 extraistoli in 24 h dovrebbero essere all'incirca l'1.5 o il 2% dei battiti totali registrati (ma non posso esserne certo fin in fondo poichè il numero totale di battiti cambia da soggetto a soggetto)...il chè significa che siamo lontani dalle percentuali numericamente importanti che le ho descritto in precedenza. Inoltre l'aspetto morfologico a BBDx depone per un'origine ventricolare sinistra e quindi poco compatibile (o incompatibile) con una displasia aritmogena del VD. L'unico aspetto che resta da verificare nel tempo è il fatto che le extrasistioli si presentano in coppia ed è anche possibile che si organizzino in brevi run di tachicardia (i 3 o 4 battiti ectopici consecutivi che a volte avverte). Direi comunque che, visto anche il risultato dell'eco, a questo punto è condivisibile l'atteggiamento attendista dei colleghi e conviene seguire il tutto nel tempo con Holter ECG seriati o approfondire la cosa se dovessero verificarsi episodi di palpitazioni prolungate (non solo 3 o 4 battiti consecutivi, ma una vera è propria tachicardia che duri minuti) o dovessero comparire sintomi come "giramenti di testa" o perdita di conoscenza (tutte cose però estremamente improbabili a verificarsi). Stia tranquillo.
saluti
[#6] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2012
Buon giorno ho ritirato l'esito dell'holter di controllo dal quale leggo:

BATTITI SOPRA VENTRICOLARI SINGOLI 196
COPPIE 216
RUNS 116 ( PIU' VELOCE 88 BPM - PIU' LUNGA 14)

BATTITI VENTRICOLARI SINGOLI 3

NON ARITMIE IPOCINETICHE, NON PAUSE SIGNIFICATIVE (RR max 1.81)
NON SI SEGNALANO VARIAZIONI DEL PATTERN IN V1 DURANTE LE ORE NOTTURNE ALLE BASSE FREQUENZE

L'ecocardio fatto a settembre era nella norma; in questo Holter sono diminuite le extra ventricolari ed aumentate le sopraventricolari, come si spiega? inoltre questi runs sopraventricolari sono preoccupanti?

Cordialmente
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono preoccupanti...