Utente 275XXX
Salve cari Dottori,
notando che mettete a disposizione e con cura la vostra conoscenza,
chiedo pareri per quanto riguarda l'argomento tatuaggi, e se in questo post rispondesse alla mia richiesta di informazione magari un dermatologo per un parere specifico del suo campo.

Io ho un tatuaggio realizzato nei primi mesi dell anno sulla gamba in uno studio attrezzato, fin poco tempo fà sulla zona tatuata (specifico scoperta sopratutto nella stagione estiva,perciò magari non procurato da indumenti) ho visto manifestare del prurito e comparire dei piccoli puntini bianchi sulla pelle che anche il risultato del disegno non era ottimale personalmente,ho chiesto info al mio tatuatore ricevendo una risp "è normale" e chiedendo magari ad altri ho capito che questo sintomo c è l'avessi solo io.

Nel frattempo poche settimane fà ho deciso di coprire questo tatuaggio con un altro e realizzarlo da un altro tatuatore....risultato, non sento più prurito nella zona trattata anche se incrementando un' altro tatuaggio.

Mi e Vi chiedo,
può magari l'inchiostro precedente avermi procurato un danno infettivo magari dall'inidoneità della qualità, una reazione sulla mia pelle anche dal manifestarsi quei piccolissimi puntini bianchi?
ed ora con il passare del tempo e non manifestandosi più questi sintomi sulla parte interessata posso aver procurato un infezione interna nel mio fisico che non si manifesta esplicitamente?

in attesa di una vs cordiale e accurata risposta
porgo di ringraziarvi.
[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Direi che la sua ipotesi è piuttosto improbabile. Se i "piccoli puntini bianchi" che ha notato fossero stati attribuibili a delle follicoliti, si sarebbe trattato di una infezione cutanea superficiale; che non può averle procurato una "infezione interna".