Utente 275XXX
Salve! vi scrivo in merito ad un esame istologico consegnato a mia madre dopo un intervento chirurgico da lei subito per l'asportazione di una garza pervenuta, dopo 18 anni dal cesareo, nel suo intestino...Vi chiedo gentilmente se potete spiegarci meglio perchè alcuni termini non li conosciamo. Questo è ciò che è stato scritto:
materiale in esame: Parete cistica.

Descrizione macroscopica: Pervenuta parete cistica già aperta di cm 5,5 diametro massimo.Internamente parete rugosa e di colorito giallastro.

Diagnosi: Spessa parete cistica fibrosa, a contenuto amorfo.Nello spessore della parete si osservano elementi macrofagici con citoplasma pigmentato, e cellule schiumose. Coesiste reazione infiammatoria con frequenti cellule giganti plurinucleate.Non atipie.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il referto descrive la parete della formazione cistica asportata,
in conclusione non sono state rinvenute atipie (= ovvero non vi sono cellule sospette per neoplasia),
ma un riscontro che ci si poteva aspettare di "reazione infiammatoria".

Saluti
[#2] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per aver risposto dottore.
Ma quindi parla di una garza infetta?
Questo per noi è importante per poterlo spiegare al nostro avvocato e di
seguito in udienza.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Bisogna attenersi a quello che lei riporta, ovvero "parete cistica".

Cordiali Saluti