Utente 275XXX
Gentilissimi dottori,
io e mio marito stiamo cercando una gravidanza da tempo, anche se non con grande intensità e continuità, poichè per ragioni di lavoro è capitato di essere lontani per periodi anche lunghi. Adesso, però, soprattutto in considerazione della nostra età (lui 46, io 41) siamo piuttosto preoccupati. La mia ginecologa ha consigliato a mio marito di fare uno spermiogramma, di cui riporto i risultati:

CONCENTRAZIONE: 42 Mil/ml
VOLUME: 6
VISCOSITà: regolare
FLUIDIFICAZIONE: ENTRO '60
PH: 7,6
ROUND CELLS: 0,8
EMAZIE: ASSENTI

MOTILITA'
I GRADO (pr. rapida): 12% (1 h) e 14% (2h)
II GRADO (pr. lenta): 15% (1 h) e 16% (2 h)
III GRADO (non pr.): 20% (1 h) e 26% (2 h)
IV GRADO (assente): 53% (1 h) e 44% (2h)

VITALITA' (Eosina test): 50

MORFOLOGIA
NORMALI: 32%
ANOMALIE TESTA: 14%
ANOMALIE COLLO: 14%
ANOMALIE CODA: 15%
IMMATURI: 25%

AGGLUTINAZIONI: ALCUNE ASPECIFICHE

ASTENOZOOSPERMIA. Non è indicato in quale grado. Ho provato a cercare informazioni e mi è parso di capire che si tratta di una forma moderata, insomma non lieve e non grave ...

Ha fatto anche la spermiocultura:
Esame microscopico: nulla di significativo
Esame colturale: nessuna crescita
Ricerca miceti: negativa

Abbiamo pensato di bypassare eventuali altri tentativi e di farci seguire presso il policlinico di Padova, sia per la bassa motilità, sia per l'età. Ci hanno richiesto di andare insieme, con impegnativa per ginecologo ed andrologo. Crediamo sia opportuno affidarci agli esperti e seguire le loro indicazioni.
Chiedo, cortesemente, se possibile, un commento sul risultato dell'esame.
Aggiungo che al momento io non ho fatto alcun esame e che in passato (molti anni fa) ho interrotto volontariamente una gravidanza, da precedente partner, iniziata regolarmente e in modo naturale.
Grazie infinite a chi vorrà rispondermi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
al di la della modesta alterazione di motilità del marito, compatibile con età ed una dozzina di altrte cause (ormoni, infiammazioni, varicocele, idipatica ecc.) il problema è un altro. Le signore nascono conm un patimonio ovocitario che non si rinnova e chge si impoverisce progressivamente dalla pubertà alla menopausa per qualità e quantità. Questo calo diviene significativo dopo i 35 e dopo i 40 diviene importante sul serio. Per cui condivido la scelta di procreazione medicalmente assistita. Personalmente mi limiterei a "dare una occhiata" al marito per escludere cause asntipatiche: es. infiammazioni o altro.
[#2] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio infinitamente per la gentile risposta. Certamente non abbiamo sottovalutato la mia età ed è per questo che riteniamo non procastinabile il ricorso ad un percorso assistito. Saranno i medici ad indicarci come procedere. Presumo che l'andrologo "darà un'occhiata" al marito in tale sede.
Preferiamo essere realisti. Ma anche un po' ottimisti.
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Faccia sapere se vuole. Dare una occhiata significa una vista clinica ed una ecografia scrotale, senza avventurarsi in diagnostiche che porterebbero via tempo senza dare gran benefico.