Utente 273XXX
Gentili dottori, navigando nel web ho trovato questa notizia che mi ha incuriosito abbastanza visto che negli ultimi 2 anni ho avuto una vita molto stressante, c'è qualcosa di vero in ciò che riporta il seguente articolo?

Lo stress, oltre a causare impotenza, puo' alla lunga ridurre le dimensioni dell'organo sessuale maschile. Lo ha rivelato il professor R. T., andrologo di San Paolo del Brasile, in occasione della lezione magistrale sull'impotenza da stress che ha tenuto al Policlinico Umberto I di Roma.

''Lo stress incide sull'organo sessuale maschile e sulla sua funzione attraverso i meccanismi di produzione delle catecolamine - ha detto il professor G. A. del dipartimento di urologia del Policlinico che ha moderato l'incontro - queste sostanze agiscono sulla muscolatura liscia del tessuto erettile facendola contrarre e, in 3-4 anni, provoca un rimpicciolimento penieno. L'entita' della riduzione di dimensioni dell'organo non e' comunque quantificabile perche' dipende dalla reazione individuale allo stress."

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

le informazioni ricevute sono corrette e non raramente osservate nella nostra normale pratica clinica andrologica.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/202-misure-pene.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012


Quindi chi ha la sfortuna di avere una vita stressante sotto vari aspetti.. si ritroverà a 40 anni con una sorta di micropene?!

C'è la possibilità di rimediare a tale problema, prima o dopo la comparsa del problema?

Grazie in anticipo!


[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

senza drammatizzare perchè la "retrazione del pene" non cresce esponenzialmente con lo stress e la sua durata, "la possibilità di rimediare a tale problema, prima o dopo la sua comparsa", è quella di condurre una vita non "stressante".

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Capisco, in conclusione possiamo quindi dire che la retrazione non andra oltre una certa soglia, giusto?

La ringrazio in anticipo per la cordiale disponibilitâ !
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Messaggio compreso!

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
in seguito alla massima retrazione subentrerà l'impotenza giusto?

le catecolamine all'inizio fanno retrarre il pene, poi quando la muscolatura liscia è ridotta sotto una certa soglia , subentrerà l'impotenza?
mi corregga se sbaglio, qual'è l'effetto delle catecolamine sul tessuto muscolare liscio, contrazione o distruzione?

mi scuso per l'ulteriore quesito, la prevenzione su questi argomenti mi tocca

Grazie in anticipo!
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non demonizzi le catecolamine!

Queste determinano solo contrazioni delle strutture muscolari lisce ma nessuna distruzione.

Cordiali saluti.

[#8] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Una volta subita la retrazione, avendo quindi perso qualcosa in dimensioni, quali sono le vie terapeutiche che si possono intraprendere, come si interviene normalmente?

Ancora un ringraziamento!!
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non c'è in questi casi un intervento "normale".

La prima indicazione fondamentale da dare è quella di eliminare tutte le possibili fonti o causa che determinano stress acuto e/o cronico.

Ancora cordiali saluti.