Utente 189XXX
Gentili dottori vi descrivo la mia sitruazione
Sintomi: mancanza di desiderio, difficoltà ad avere una erezione
Stato: riesco ad eiaculare, talvolta anche a pene non eretto, riesco ad avere rapporti sessuali soddisfacenti (pare) per le partners ma non per me, essi sono lenti e meccanici e l'erezione non è mai forte, spesso devo aiutarmi con le mani per penetrare, ho cedimenti alla base del pene (è per me diventato impossibile ad esempi o "stare sotto" durante un rapporto).
Fino a qualche settimana fa avevo anche perdite, ora meno, sono quasi scomparse.
Il tutto è iniziato mesi fa, quest'estate sono stato, causa il caldo, malissimo, non mi sfiorava neanche l'idea di fare sesso, non riuscivo ad avere erezioni, ero sempre stanco, disidratato, sono ingrassato, sempre spossato, tuttavia talvolta avevo rapporti, faticosissimi, lunghissimi. Il mio pene si è ingrossato, mi sembra sfibrato, come se i tessuti si fossero dilatati, anche la pelle è aumentata di estensione, ora mi ritrovo molta pelle in eccesso, simile a delle smagliature.
Non mi va e non riesco neanche a masturbarmi.
Ho 25 anni, fino a qualche anno fa avevo sempre voglia di fare sesso, col caldo col freddo, in ogni modo, avevo il fuoco nel sangue :) tuttavia mi capitava raramente di avere rapporti, in compenso mi masturbavo molto. La realtà in cui vivevo, un piccolo paese, povero e arretrato faceva sì che ragazze disposte praticamente non ce ne fossero, questo mi ha fatto soffrire molto in passato, dall'adolescenza fino all'età matura.
In proposito vi dico che sono stato due volte in depressione, la seconda molto profonda, con sintomi fisici importanti, palpitazioni, tremori il che credo abbia provato molto il mio sistema nervoso, tuttavia non ho mai assunto farmaci né fatto psicoterapia. Infine aggiungo che negli ultimi due anni ho cambiato, città, casa, amicizie, alimentazione.
Ora fisicamente sto bene, ho "solo" (...) questo problema. Attualmente non mi va e non riesco neanche a masturbarmi anche a causa delle recenti esperienze negative, e a questa sensazione di debolezza e sfibramento dei tessuti del pene. Le cose sembrano andare lentamente migliorando, forse devo solo riposare, anche se la paura di avere danni organici mi assilla e mi inibisce ancora. Ho fatto esercizi per aumentare la turgidità ma forse ho solo peggiorato al situazone, per questo ora non faccio più niente. Ho una leggera fimosi che prima (anni fa) non mi inibiva affatto, ora tutto sembra essere un fattore problematico che si aggiunge alla situazione già problematica. Ripeto, ho mancanza di desiderio e contemporaneamente difficoltà di erezione.
Vorrei solo sapere voi che idea vi siete fatti, oltre al fatto che dovrei consultare uno specialista? Ve ne sarei molto grato, per me è già importante il solo fatto di avere una risposta, un parere anche vago di uni specialista, per me è già importarne parlarne con qualcuno, per questo vi prego di rispondere, qualsiasi cosa. Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
ho letto la sua minuziosa descrizione è viene da pensare ad una impotenza psicogena.
Ora poichè una diagnosi, come ben capisce, non è seriamente definita solo con l'uso telematico
Le consiglio di eseguire principalmente una visita urologica e se , come penso, saranno escluse cause organiche, sarà l'urologo a provvedere eventualmente con l'aiuto di uno psicologo sessuologo.
Non arrivi a conclusioni soggettive che certo non l'aiuterebbero.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille, le sono molto grato per la celerità con cui mi ha risposto.
Cordialmente