Utente 275XXX
Gentili dottori, avrei alcune domande da porvi prima di valutare se sia il caso o meno di prenotare una visita, anche perché non riguarda me ma il mio compagno. E’mia convinzione (spero sbagliata) che il mio compagno sia affetto da Induratio Penis, non so se di tipo acquisito o congenito. E’ da due anni che gli faccio notare che la curva del suo pene non è corretta, ma lui puntualmente mi risponde che non tutti i peni sono uguali e che quindi la sua curva è normale.
Sta di fatto che durante la penetrazione accusava sempre molto dolore e anch’io. Questo fatto ha molto inciso sin dall’inizio sulla nostra storia sessuale, anche perché a questo si aggiungeva il problema dell’eiaculazione precoce. Lui ha sempre attribuito il suo dolore e l’eiaculazione precoce al frenulo troppo corto e al scarso esercizio dovuto all’infrequente attività sessuale per le ragioni sopraesposte. In ragione di questo si è fatto circoncidere facendo scomparire, a suo parere, il dolore. Tuttavia, permane il problema della penetrazione che attribuisce ad una scarsa lubrificazione della mia zona genitale, ipotesi per nulla condivisa da me. Il pene, tra l’altro, è visibilmente curvo. La curva è dorsale verso l’esterno (ovvero opposta al ventre) minore di 45°. Non so se sia pertinente o meno al problema, ma il mio compagno è anche affetto da criptorchidismo.
Sarei grata sentire i vostri pareri, inoltre, poiché ha già subito un intervento chirurgico per la circoncisione, di cui ha un ricordo doloroso, e non vorrebbe (se possibile) ripetere l’esperienza, volevo sapere se può essere d’aiuto la terapia laser.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
per poterLa aiutare deve assolutamente convincere il suo partner ad eseguire una visita urologica/andrologica,infatti se esiste una ipp con il tempo il pene si angolerà sino a rendere impossibile un rapporto e se questo accadrà sarà difficile porne rimedio.
Solo se riuscirà a convincerlo precisando non è solo un possibile problema suo ma della "coppia", potrà aiutarlo.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Mallus, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/227-pene-curvo-valuta-fa.html.

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Intanto vi ringrazio per le vostre immediate risposte. Vorrei solo sapere in più se la terapia laser può sostituirsi ad un eventuale intervento chirurgico, perchè ho letto da qualche parte che è assolutamente inefficace. Ho letto anche di complicanze ed effetti collaterali (tipo restingimento del pene nella parte centrale) che si possono verificare in seguito all'intervento.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

quelle da lei indicate sono strategie particolari in un quadro clinico particolare e complesso che richiede sempre, prima di dare una precisa indicazione mirata, una valutazione clinica diretta e quindi è indispensabile che il suo compagno ora sia valutato in diretta da esperto andrologo e poi è possibile, eventualmente sulle indicazioni diagnostiche e terapeutiche che vi darà l'andrologo, discutere anche sulle eventuali complicanze in corso di terapia che si possono verificare e che possono essere anche quelle da lei accennate ma, le ripeto, stiamo discutendo su questioni non definite e quindi si rischia di dire molte cose non esatte e scorrette.

Cordiali saluti.