Utente 275XXX
salve a tutti. vi prego aiutatemi.non si puo piu vivere in queste condizioni...premetto di avere 28 anni. non sono sposato . e in questo periodo nemmeno fidanzato. ogni tanto ho qualche rapporto occasionale protetto. 4 anni fa sono stato operato di fimosi. il mio pene gode di diversi problemi. esterni e interni. quello esterno: mi sono operato di fimosi perche avevo un' infiammazione cutanea al parte finale del glande e quindi l'ho tolta. pensavo di risolvere il problema ma purtroppo a distanza di 3anni se ho qualche rapporto ma soprattutto faccio i cosiddetti preliminari, mi ritrovo alcuni punti saturati della cicatrice che subito si infiammano e mi bruciano. quindi per evitare dovrei, sempre tener lubrificato il pene con dell olio, ed evitare di farmi fare una scusate l'espressione, cosiddetta sega dalla donna,..non so come risolver questa cosa che gia mi ossessiona abbastanza perche pensavo con la fimosi di risolvere tutto e invece mi ritrovo al punto di partenza.e cmq questa parte cicatrizzata della fimosi e perennemente leggermente rossa,,, quindi non so se per risolvere mi devo rioperare o se c'e qualche olio o crema in erboristeria da usare tutti i giorni che puo rinforzar la pelle e curare definitivamente queste infiammazioni. vi prego consigliatemi. a volte per disperazione uso il baby jonson.. ma non penso sia inerente .altro problema. : per caso dopo 8 9 mesi dall'operazione della fimosi ho riscontrato : 1)rapporti con eiaculazione interna, mi sono accorto di provare dolore nell’ eiaculazione appunto.poi dolore al glande per lo sfregamento scoperto e in piu dolore nell eiaculazione come se di stringimento o strozzatura e fitte al pene verso il glande.Avverto poi un dolore interno al pene e se devo urinare dopo la masturbazione o atto sessuale, sento un bruciore interno che arriva fino al foro d’uscita urinario, che poi via via svanisce nell’ora.altra cosa strana che non i succedeva. quando urino in genere anche senza eccitazione o senza nessun rapporto , alla fine riesco a far fuoriuscire molto sperma.. e questa cosa none normale.in piu ,Il pene non mi sembra si irrigidisca più come prima soprattutto dopo la fimosi (andava benissimo), e soprattutto non sono più in grado di trattenere l’eiaculazione come una volta, anzi dopo 5 minuti ho l’eiaculazione.
Non riesco più a controllare il muscolo del pene(non ricordo come si chiama), quando contraggo per eiaculare non riesco a farlo, come se l’organo fosse indolenzito. spiego meglio: se anche metto il preservativo che mi stringe il pube. quando arrivo se sono nella vagina o a volte solo perche il preservativo stringe la parte finale del pube, quando c'e 'eiaculazione e come se fosse otturato il passaggio dello sperma che non riesce a passare e mi fa un male assurdo quindi sono costretto a togliere subito il preservativ oper evitare complicazioni.il piu perdo sperma. in piu ci metto del tempo a urinare e mi brucia anche il canale, ma ilfattore tempo credo sia anche un fattore psicologio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,aldilà della sintomatologia legata all'inyervento di circoncisione,la cui risoluzione va affidata ad un medico reale e non virtuale,mi domando se assuma farmaci antidepressivi o di altro tipo.La fuoriuscita di liquido seminale al termine della minzione e/o defecazione depone per una congestione delle vie seminali e sono prodromiche di uno stato infiammatorio futuro.I tempi di eiaculazione,accettabili,sono certamente migliorabili con una adeguata terapia che va posta dopo una rigorosa diagnosi.Ce ne é abbastanza per decidere di rivolgersi ad un esperto andrologo,cui La rimando .Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,
qualche volta può capitare che una circoncisione possa determinare fatti cicatriziali che possono incidere con il rapporto sessaule e con l'eiaculazione.
Dalla sua attenta descrizione potrei sospettare anche la concomitanza di altri fattori che potrebbero disturbare i suoi rapporti sessauli e la sua eiaculazione
si affidi ad uno specialista andrologo
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
ora argomento meglio: intanto grazie per i consigli. inoltre sono sempre stato da urologi. mai da un andrologo. qual'e la differenza?inoltre.l'eiaculazione a volte avviene anche dopo pochi secondi durante un rapporto.. e non cinque minuti. subito dopo fatta la fimosi durava almeno 15 minuti.in piu non riesco ad avere un coito interrotto assolutamente. in piu sempre infiammazione al canale e dolore tipo strozzamento quando eiaculo.come se il preservativo o la vagina strozzasse il passaggio.e non parliamo di macrodotazione.
detto questo ho fatto test urinocultura e sperminocultura piu volte ma tutto bene. tempo fa feci anche l'ecografia alla vescica e testicoli ma tutto bene. per il problema esterno, ho consultato 2 urologi. purtroppo pero non avendo avuto rapporti nei giorni in precedenza guardando il mio pene dicevano che l'operazione era riuscita, che non aveva nessun legame congli altri sintomi interni , e che qualch infiammazione post fimosi era normale e o me la tenevo o si poteva operar di nuovo.. ma non e una cosa piacevolissima.. e per finire mi so stati attribuiti anche problemi psicologici, quando ripeto che fino a qualche anno fa il mio unico o problema era una micosi sul pene risolto con la fimosi e nessun altro problema interno!! scusate se sono cosi logorroigo ma volevo evidenziare per bene i miei sintomi . ringrazio ancora per la cortese attenzione! spero di risolvere inqualche modo..ps documentandomi su internet ho visto che spesso consigliano di fare la cistoscopia e che cmq spesso purtroppo non serve a nulla..