Utente 275XXX

Buongiorno, sono una ragazza di 29 anni che soffre da circa tre anni di acne, lieve - moderata,al viso, con fastidiosi punti neri, che si infiammano, e in concomitanza la presenza di brufoli sottocute duri e dolenti.
Dopo cure con antibiontici orali, creme esfolianti etc, si è scoperta la causa di questo fastidioso problema, ovvero la presenza di ovaio policistico per il quale mi è stata prescritta la pillola anticoncezionale Lucille. Non riuscendo a tollerarne gli effetti collaterali(emicrania, aumento ponderale etc) da un iniziale miglioramento, smettendola sono di nuovo al punto di partenza.
Per mia scelta personale quindi preferisco evitare la correzione ormonale che probabilmente risolverebbe il mio problema.
Volevo chiederle quindi se secondo lei sarebbe il caso di iniziare a provare una cura a base di isotretionina. So che esistono in commercio preparati contenenti tale sostanza sottoforma di gel, evitando quindi l'assunzione orale.
Cosa ne pensa?per quanto durerebbe la cura?se non sbaglio si tratterebbe comunque di un azione topica del principio attivo e quindi teoricamente potrebbe risolvere il problema?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
l'isotretinoina topica funziona molto più lentamente di quella assunta per via orale. Può tuttavia assumerla anche senza ricorrere alla pillola ma utilizzando metodi anticoncezionali alternativi quali la spirale od il diaframma e facendo utilizzare il profilattico al partner: l'importante è sapere che durante il trattamento con isotretinoina e dopo un mese dalla sua sospensione non deve assolutamente entrare in gravidanza poichè il farmaco è altamente teratogeno.
Cordiali saluti