Utente 275XXX
B sera da qualche anno sono stato operato di varicocele bilaterale successivamente è uscito un' idrocele con conseguente epidemite dopo circa un mese è incominciato un fastidiosissimo è ricorrente dolore all'anca per poi passare anche alla altra anca ho fatto tutte le verifiche del caso clamidia e infezioni varie ma risulta tutto negativo tutta oggi il dolore e anche passato alla schiena parecchi medici mi dicono che l idrocele non c entra nulla io in pratica ora non riesco più nenche a fare una corsa ma secondo me de mi opero risolvo il problema perché sento che il dolore e molto simile a quello dei testicoli. E poi cmq sono 4 anni ormai che sto cosi con questi dolori anche testicolari se qualcuno sapesse qualcosa a riguardo sarei molto grado che mi desse delle spiegazioni anche se operare o meno l idrocele
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Non credo ci sia una relazione tra l'idrocele e i suoi dolori . Nel considerare la possibiltá di un intervento bisogna tenere presente il volume dell'idrocele se questo è piccolo non ci sono indicazioni al trattamento chirurgico .
[#2] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la celere risposta secondo me la grande infiammazione ai testicoli infiamma di conseguenza qualche nervo che sale su l anca oppure durante l operazione e stato toccato per sbaglio qualche nervetto cmq l idrocele e abbastanza inoltrato tanto da avere un testicolo più gonfio dell altro un medico mi ha dato il consiglio di mettere in acqua i testicoli per 15 min al giorno di modo che il liquido presente dentro non si depositi e il dolore alla anca quando lo faccio va meglio mah non so più dove sbattere la testa