Utente 275XXX
Salve,
da circa due anni quando vado in bagno ho perdite di sangue rosso vivo, a volte abbondanti, a volte scarse, altre volte totalmente assenti.
All'inizio pensavo potesse essere un problema dell'apparato rettale ma ora ho un dubbio: ho controllato meglio e in effetti il sangue non esce dall'ano ma da qualche centimetro più sopra, dove ho una cicatrice.
Circa sei anni fa, ho avuto un intervento di fistola sacro coccigea, effettuato male, che mi ha portato non pochi problemi.
La mia domanda è: è possibile che questo sangue esca da un punto sulla cicatrice? Come mai il sangue esce solo quando vado in bagno e non durante le normali attività fisiche quali sollevamento pesi, sport, ecc..?
Se ci fosse un problema con la cicatrice dell'operazione, il sangue non dovrebbe uscire ad ogni tipo di sforzo?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Ugo Bertoldo
24% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Buona sera,
per chiarire i suoi dubbi non le rimane che rivolgersi ad un chirurgo, e , visto il sanguinamento che riferisce essere frequente, senza troppi indugi.

Buona serata
[#2] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per il suggerimento, comunque vorrei, se possibile, avere una risposta alle mie domande. Almeno per sapere se la situazione descritta è possibile. Grazie
[#3] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Possibile che ogni qual volta ci sia una risposta da parte di un medico, per quanto inutile, tutti gli altri smettono di rispondere? Grazie.
[#4] dopo  
Prof. Ugo Bertoldo
24% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Mi perdoni, ma non comprendo la sua ingiustificata aggressività.
Se la mia risposta non le è stata di nessuna utilità significa che purtroppo non ha compreso il messaggio che le ho trasmesso.
Vedrò di essere più chiaro.
Il consiglio di rivolgersi DI PERSONA ad un chirurgo ha due scopi:
PRIMO: il sanguinamento protratto nel tempo (due anni!) potrebbe averla portata ad una anemizzazione cronica;
SECONDO: la sede di origine del sanguinamento può essere verificata soltanto con una visita.

Sempre con cordialità.



[#5] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Salve,
mi dispiace se i miei toni le sono sembrati aggressivi. La ringrazio per il chiarimento, ovviamente mi rendo conto che non è possibile effettuare una diagnosi online. La mia domanda era semplice: è possibile che la cicatrice sanguini dopo sei anni dall'intervento e SOLO quando vado in bagno, mentre quando faccio altri tipi di sforzi (anche pesanti come un trasloco) niente? Grazie.