Utente 276XXX
hanno appena ricoverato mio figlio di 18 anni per una recidiva di pneumotorace.
Il primo episodio si risolse spontaneamente, ma vista la ricaduta procederanno domani con un intervento chirurgico e se ho capito bene con una tecnica chiamata talcaggio.
La mia domanda è : dopo tale intervento è vero che il problema si può condsiderare risolto?
Questo " talco " è una sostanza dannosa?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alberto Emiliano Baccarini
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Salve gentile utente,al secondo episodio di pneumotorace nello stesso lato è corretto l'intervento chirurgico per scongiurare la recidiva. In caso di intervento la risoluzione è probabile anche se una recidiva è sempre possibile anche se con percentuali minime. Il talco è una sostanza irritante (anche se testata e sterilizzata) per cui provoca una pleurite "chimica" che favorisce l'adesione delle pleure parietale (della parete toracica) e viscerale (del polmone) tra loro, quindi rendendo molto difficoltoso l'eventuale distacco in caso di perdite aeree da parte di bolle pleuriche del polmone (che sono quelle che fissurandosi causano il pneumotorace). Saluti