Utente 258XXX
Salve a tutti,
premetto che sono quasi una collega, per cui qualcosina della materia la comprendo. Mi rivolgo a voi principalmente perchè ho avuto pareri discordanti in proposito.
Sono attualmente in trattamento per depressione maggiore con disturbi gravi del sonno con sertralina + triazolam da circa un mese giungendo a quella che potrei definire una "remissione parziale non soddisfacente". Considerando che gli SSRI possono metterci fino a 6 settimane prima di esplicare la loro efficacia clinica, ancora non me la sento di chiedere al mio medico di cambiare antidepressivo o aggiungerne un altro. Al contrario, però, assumo una benzodiazepina da quasi un mese ormai, con risultati poi non eccelsi, e considerando linee guida e potenzialità di dipendenza, ho cominciato a scalare per sospendere il triazolam. L'insonnia intanto si è rifatta viva... Considerando che ormai da anni assumo anche desloratadina per problemi allergici, avevo pensato di chiedere al mio curante di sostituirmela con un antistaminico con associate proprietà sedative, in modo tale da poter contemporaneamente controllare la mia allergia e di indurmi il sonno. Inoltre un farmaco in meno da prendere gioverebbe sia al mio fisico che al mio portafogli...
Tra gli antistaminici "sedativi" in commercio mi sono noti
idroxizina (Atarax)
prometazina (Farganesse)
difenidramina (Benadryl)

A questo punto, vi chiedo:
Secondo la vostra esperienza, quale di questi induce di più e più velocemente il sonno?
Influiscono sul reuptake della serotonina? (Sapendo che interagiscono tutti più o meno con recettori serotoninergici ed essendo in trattamento con SSRI mi sembra una cosa importante da conoscere: se mi abbassano la 5-HT prendere un SSRI poi è inutile).

Sperando di aver postato nella sezione giusta, vi ringrazio anticipatamente!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile utente
gli antistaminici da lei indicati vanno benissimo per l'induzione del sonno (senza grosse differenze fra loro anche se la prometazina ha una più ampia "esperienza" nel trattamento dei disturbi psichici,anche l'idrossizina è utilizzata per questi scopi ma con maggiori effetti collaterali) non ci sono rilevanti interazioni con gli SSRIpertanto li può associare tranquillamente
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dr. Vannucchi
innanzitutto volevo ringraziarla per la tempestiva risposta.
Posto che, come da lei confermato, i suddetti antistaminici sono tutti più o meno ipnoinducenti, volevo sapere quale tra quelli presenta un minor hangover il mattino seguente la somministrazione. Quale insomma mi permetterebbe di dormire le canoniche 8 ore mantenendomi il sonno pur non presentando sonnolenza dopo il risveglio.
La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
normalmente è la difenidramina farmaco già utilizzato in passato, negli USA ,come "ipnoinducente"