Utente 274XXX
Gentili Dottori,
alla mia ragazza hanno diagnosticato il papilloma virus (HPV) in forma 16.
Con la premessa di non avere evidenza, di sintomatologia cutanea visibile a occhio nudo e di non avere percepito alterazioni o modifiche nella mia zona genitale, avrei alcune questioni molto precise riguardanti la sfera maschile.

Questione n°1)
Esistono test specifici in grado di determinare la presenza del papilloma virus nel maschio?

Questione n°2)
Qualora esista un test specifico in grado di rilevare il virus, esiste una cura/terapia per debellare tale virus nel maschio?

Questione n°3)
Qualora la mia ragazza debellasse il virus e si riuscisse ad accertarne la presenza nel mio organismo, esiste il rischio di contagio reiterato nei suoi confronti da parte mia?

Spero di aver posto le questioni nel modo più chiaro, preciso e diretto possibile.
Ringrazio sin da ora per le vostre delucidazioni.

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'infezione da HPV non è determinata solo da rapporti sessuali liberi ma anche dal contatto cutaneo e nel caso di contagio circa nel 70% dei casi è possibile una risoluzione spontanea nel corso del primo anno e del 50% nel secondo anno. Tuttavia sarebbe opportuno tutelarsi con l'uso del profilattico per diminuire le ulteriori possibilità di contagio.

Nell'uomo è possibile evidenziare la presenza dell'HPV con l'uso di tamponature di acido acetico nelle aree sospette oppure eseguire il test DNA HPV che nel suo caso non sarebbe praticabile poichè lei stesso non ha individuato aree sospettte.

Le eventuali terapie sono quelli di asportazione degli eventuali condilomi presenti con tecniche quali il laser.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Egregio Dott. Maretti,
la ringrazio per il suo riscontro.
Mi pare dunque di capire che l'unica azione curativa sia l'asportazione di eventuali insorgenze cutanee e che ancora nulla si possa contro il virus in sé stesso.
Un ultimo dubbio.
Ha scritto che il test DNA HPV non sarebbe praticabile, in quanto non ho individuato aree sospette.
Ciò vale anche per le tamponature di acido acetico?

La ringrazio ancora infinitamente (lei e i suoi colleghi) per il tempo che dedicate alla comunità.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
è solo una questione di costi, le tamponature con ac. acetico nelle aree sospette fanno parte della visita specialistica mentre il test DNA HPV a un costo elevato e dove è eseguibile in pochi laboratori .

Ancora cordialità