Utente 242XXX
salve gentili dottori, mio padre 50 anni a marzo si è operato al cuore : applicazione di valvola aortica meccanica in dracon e primo tratto dell aorta sostituito per dilatazione eccessiva. il punto è che deve assumere a vita farmaci anticoagulanti, e quindi controllare per sempre e molto spesso il valore dell INR..visto che l' ospedale non è proprio dietro casa, e visto che lui ogni 15 giorni deve fare questo controllo, ho pensato (io figlio, che sono un infermiere tra l'altro) di regalargli uno strumentino misuratore di INR anche a casa, un po per evitargli sto vai e vieni dall ospedale, un po perche ogni volta devono eseguire un prelievo, e so benissimo che vuol dire, e soprattutto perche in alcune situazioni si potrebbero scongiurare problemi gravi, con una semplice misurazione preventiva. secondo voi è una buona idea ? i risultati che emergono da tali strumenti sono attendibili, giusti ? mi consigliate di prenderlo ? grazie mille in anticipo.. E' IMPORTANTE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi non so dirle se i risultati di queste apparecchiatura siano attendibili o meno (non ne ho alcuna esperienza), ma nutro qualche perplessità...piuttosto punterei all'eventuale indicazione all'utilizzo dei nuovi anticoagulanti (mi riferisco al Dagibradan in prossima prescrivibilità) che non necessitano di controlli dell'INR, nè di controlli alimentari o di attenzioni particolari all'uso di altri farmaci (unica controindicazione al loro utilizzo le alterazioni della funzione renale)...ma di questo è comunque opportuno parlarne con i colleghi che lo hanno operato.
Cordialità