Utente 188XXX
buongiorno a tutti.

Ammetto che la mia situazione e' davvero strana, sono sposato da 7 anni mai avuto problemi di nessun tipo nei rapporti sessuali, ammetto che a volte per il troppo stress da lavoro ho avuto delle "defiance" ma parliamo di 1-2 volte all'anno.
Tutto e' cominciato a fine luglio, ero stressatissimo per il lavoro, tasse, iva, imu e non sono riuscito a terminare un rapporto sessuale con mia moglie, in seguito un altra "defiance" dopo 1 settimana.
Ho notato sul glande 3 fruncoli bianchi non dolorosi, e un dolore leggero all'interno del pene, un dolore fastidioso.
Sono andato dall'andrologo, ha controllato, ha detto:
Tutto a posto, prostata leggermente morbida, forse una piccola "infezione/irritazione" (non ricordo bene la definizione)
mi ha dato:
-Ciproxin 500mg in pastiglie da prendere x 7gg
-Permixon
-Ezerex x 30gg

Io da buon testone ho ignorato la cura e sono andato in vacanza al mare, li abbiamo avuto 2 rapporti sessuali SPLENDIDI!
Tornato dalle vacanze ho supposto fosse l'eccessivo stress e sono andato avanti con la mia vita, al primo rapporto sessuale .....di nuovo CILECCA!
e cosi' e' stato per altre 4 volte, quindi ho deciso di fare tutta la cura come disse l'andrologo!
ho finito l'antibiotico, sto continuando con integratori e varie....
abbiamo avuto un rapporto sessuale senza successo.

Ora il problema e' che facendo un analisi accurata di me stesso, sensazioni e disturbi ho notato:
-ho parecchie volte al giorno voglia sessuale
-l'erezione durante la giornata c'e' come sempre, pure più volte.
-l'erezione mattutina c'e'.
-non ho problemi nella masturbazione manuale, anzi vorrei farla anche più volte al giorno (visto che non ho orgasmi intendo)

cosa succede durante il rapporto:
-inizio il rapporto con piena erezione e desiderio sessuale, dopo qualche minuto perdo sensibilità al glande e cala sia l'erezione che la libido.
-il glande perde sensibilità sia in penetrazione che con stimolazione orale (non sento nulla o quasi)
-il glande quando in erezione e' rugoso e pieno di piccole gibbosità (sembrano piccolissimi forunculi sottopelle, insomma...non e' liscio come dovrebbe essere)
-riesco a terminare il rapporto sessuale soltanto manualmente (forse perchè il glande da fastidio?)


Aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

già dal suo racconto si cogli quanto già l'azione psicologica guiochi un ruolo importante portandola ad avere "paura" di iniziare un nuovo rapporto sessuale e comunque una visita specialistica chiarirebbe quanto possa incidere la situazione organica.

In relazione alla bassa sensibilità al glande, con le sue varie descrizioni, si potrebbe pensare ad una infiammazione/infezione che andrebbe indagata in diretta dallo specialista.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
grazie della celerissima risposta dott.Maretti.

ho delle domande se posso...
-E' normale che se il glande perde sensibilità, cala la libido e l'erezione?
-Perchè al mare non ho avuto alcun problema? (per 2 volte)
-il glande deve essere liscio o vedo il problema dove non c'e'? ( non ricordo di aver mai avuto il glande con piccole gibbosità)
ultima e importantissima.....
-perchè non ho alcun problema nella masturbazione????

che specialista dovrei consultare?
un altro andrologo o un dermatologo o altro?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
non avendo alcun problema con la masturbazione le avevo già accennato ad un problema psicologico che comunque meriterebbe un approfondimento poichè lo stress può influire negativamente sulla produzione di testosterone.

Sulla sensibilità del glande sulle "gibbosità" deve farsi visitare e incominci dall'andrologo.

Cordialità
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Maretti, che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/319-prova-piacere-assenza-orgasmo-fare.html .

Un cordiale saluto.