Utente 274XXX
Buona sera, il 24 luglio di quest'anno ho avuto un infarto miocardico non Q della parete anteriore. Sono stato sottoposto a coronarografia è l'esito è " coronaria sinistra: TC buona pervietà; IVA patologica, stenosi serrata al tratto medio e al I diagonale; CX buona pervietà. Stenosi serrata ( 90-99%) del tratto medio dell'IVA.
veniva eseguita PTCA+DES su IVA media. Procedura ben tollerata ( ho riportato quanto nella cartella clinica). Sto seguendo la cura con Omeprazolo 20mg mattina, 1/4 cp Seloken alle 8 e 1/4 alle 20- Duoplavin alle 13 e Atorvastatina 20mg alle 22.Alla visita di controllo di settembre il Dottore mi ha detto che l'elettrocardiogramma " è bello pulito" la pressione ottima e non c'è bisogno di fare altri esami. Ci si rivede tra 8 mesi. Possibile che non devo fare alcun altro controllo ( prova da sforzo?) Il Dottore mi ha detto di no nn c'è bisogno...nemmeno l'esame del sangue(?!!). Attualmente ho la sensazione di una piccola morsa lì dove ho avuto dolore all'infarto. So che l'aspetto psicologico è importante ma ho timore per una ristenosi. Mi picerebbe avere un Vostro parere. Grazie
Ho 51 anni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Normalmente si programnmano ECG da sforzo seriati dopo la PTCA (es dopo un mese, tre e sei mesi).
Inoltre L'omeprazolo potrebbe ridurre l'assorbimento del clopidogrel contenuto nel Duoplavin e normalmente si prescrive il pantoprazolo nei pazienti come lei, proprio per questo motivo.
Cordialita'
cecchini