Utente 276XXX
Salve,
vorrei un Vostro parere su due ECG fatti a distanza di anni.

Il primo http://img11.imageshack.us/img11/3382/01img001.jpg risale a circa 7 anni fa e mi fu fatto presso un centro Avis, dove donavo il sangue; Il secondo http://img842.imageshack.us/img842/5307/2img002.jpg e' di 6 mesi fa in seguito a due episodi di cardiopalmo avvenuti nel giro di poche ore.
In quest' ultima occasione il cardiologo dell' ospedale mi ha diagnosticato una sospetta sindrome di Brugada di tipo 2, ma ho rifiutato di sottopormi al test elettrofisiologico.

Ho una lieve ipertrofia del setto (15mm).

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
una corretta diagnosi di sindrome di Brugada, non si basa solo sui tracciati elettrocardiografici, ma anche su sintomi quali palpitazioni, svenimenti, e soprattutto su specifici test farmacologici come il test alla fleicanide. Utile una valutazione in un centro aritmologico qualificato.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Innanzitutto colgo l'occasione per ringraziarla della disponibilita'.

Le palpitazioni mi capitano raramente ed a volte sono accompagnate da stanchezza e difficolta' respiratoria; Mi e' capitato di svegliarmi all'improvviso e di avere la sensazione di blocco respiratorio o di apnea; Fortunamente non ho mai avuto svenimenti.

Ho una ipetrofia del setto e del ventricolo sinistro non ostruttiva.

Mi sono rivolto presso un centro artimologico qualificato, ma nell'attesa della prima visita ho deciso di chiedere un consulto su questo sito per cercare di capire se gli ecg presentano una qualche anomalia che potrebbe far pensare ad un pattern di Brugada, come mi e' stato riferito, o se posso stare un po' piu' tranquillo.

Grazie