Utente 522XXX
Salve, sono un ragazzo di 30 anni che ha perso le erezioni spontanee ormai da parecchi anni e anche il desiderio sessuale è sceso abbastanza, diminuzione del liquido seminale e affaticamento eccessivo durante i rapporti sessuali, a volte addirittura la stanchezza è tale da non permettermi di portare a compimento un rapporto per perdita dell’erezione.
Anche l’adrenalina è cambiata, è scesa, mi sento molto piu tranquillo e ho accumulato un po di grasso nella zona addominale e facendo sport ho problemi a recuperare l’allenamento, vado facilmente in catabolismo anche mangiando bene e allenandomi il “giusto”. Sottolineo che ho sempre fatto sport, non sono un tipo sedentario.
Mi sono sottoposto a visita andrologica e dallo spermiogramma il dottore ha notato una leggera infezione perché ha trovato qualche leucocita e qualche macrofago e un numero un po bassino di spermatozooi, 12 milioni e mi ha detto che dovrebbe essere di 20 milioni.
Mi ha lasciato da prendere Oraxim – Unidrox - Deltacorten – e Striant 1 al dì prima di andare a letto
La domanda che rivolgo a Voi gentili dottori è la seguente.

Prendendo lo Striant non riduco la produzione endogena del testosterone?
Non diminuisce il diametro dei miei testicoli?
E’ curativo? E se si, come? O è solo un modo per migliorare temporaneamente le mie prestazioni??

Molte grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il dispendio calorico di un rapporto sessuale è pari ad una rampa di scale...mentre il calo del desiderio certamente può essere causa ed effetto di un disagio sessuale.Ho la sensazione che il collega che l'ha visitata non abbia un'esperienza specifica nel campo della fisiopatologia della riproduzione,almeno stando a quanto lei racconta.Sul piano del disagio sessuale la terapia con lo striant può avere un razionale tenendo presente il fisiologico calo del testosterone che si ha nelle ore notturne,senza creare problemi né alla secrezione endogena del testosterone,nè,tantomeno,al tropismo testicolare.Ho la sensazione che documentarsi troppo sul web Le comporti uno stato di ansia che produce confusione...Cordialità
[#2] dopo  
Utente 522XXX

Iscritto dal 2007
Il medico che mi ha visitato è uno specialista in fisiopatologia della riproduzione umana, cosa ho raccontato che non fa pensare questo?
Trova sbagliata la diagnosi e la cura?
Dr Izzo le chiedo la gentilezza di aiutarmi se qualcosa di quello che ho scritto non le quadra.
L'assenza delle erezioni spontanee non fa pensare a qualcosa che non va?
Non puo dipendere da una lieve infiammazione della prostata?

Dottore mi perdoni ma lo striant quindi è
curativo? E se si, come? O è solo un modo per migliorare temporaneamente le mie prestazioni??

E a questo punto aggiungo, trovate giusta questa cura con antinfiammatori e antibiotici per curare una leggera infiammazione che ha potuto portare ad una diminuzione degli spermatozooi?

Ancora molte grazie a tutti voi
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la presenza di qualche leucocita e macrofago non testimonia la presenza di un'infiammazione,né tantomeno di un'infezione.Il numero di spermatozoi x ml. é scarso e non ritengo lo sia a causa di un'eventuale infiammazione...Ha praticato dosaggi ormonali?Qual'é lo stato dei Suoi testicoli?Ha praticato esami strumentali (ecografia e/o ecodoppler)?Ecco,prima di esprimermi in merito ad una strategia terapeutica,avrei posto una diagnosi precisa,evitando che il Paziente entrasse in confusione e sottolineasse l'assenza delle erezioni spontanee che hanno una valenza assai relativa come valore assoluto...Cordialità
[#4] dopo  
Utente 522XXX

Iscritto dal 2007
Si dottore Izzo, è stato controllato tutto e tutto risulta nella norma, testicoli ok e nessun varicocele riscontrato.
L'anno scorso sempre per lo stesso problema da un altro andrologo ho fatto ecografia ed ecodoppler e tutto è risultato nella norma.
La prostata è stata controllata ed è ok.
Gli ormoni li ho fatti e anche quelli sono ok
LH 2,67
E2 32,10
PRL 288,00
SHBG 13,6
TEST 611,00
TEST FREE 21,50
DHEAS 287,00
CORTISOLO 23,00

L'unico valore alterato nell'emocromo sono i trigliceridi bassi.
42 [50 - 160]

Forse l'attuale andrologo considera infezione/infiammazione per esclusione?
Non saprei, pero' tutto è stato fatto e risulta nella norma.
Cos'altro posso fare?
[#5] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
gentile utente,
come sottolinea il Dottor Izzo, sembra che Lei stia affrontando questa situazione con estrema ansia, che la porta a ricercare informazioni via web che di solito aumentano la confusione

Detto ciò, al di là dell'origine del problema erettivo resta il fatto che lo stesso ha pesanti influenze dal punto di vista emotivo ed umano, che possono rendere difficoltosa la ripresa di una normale attività sessuale, perchè rendono meno probabile l'erezione, appunto.
Avere problemi d'erezione è un'esperienza molto imbarazzante e sconvolgente per un uomo, qualunque sia la causa che lo determini.

Per cui, secondo me, affiancare nell'iter terapeutico anche una consulenza psicologica in questi casi saumenta la probabilità di guarigione

Questo per rispondere alla sua ultima domanda "Cos'altro posso fare?"
[#6] dopo  
Utente 522XXX

Iscritto dal 2007
Probabilmente mancavano delle informazioni importanti in quello che ho detto, e sicuramente se avessi dato una descrizione dettagliata della mia situazione Vi sarebbe venuto anche piu facile esprimere il Vostro giudizio.
Adesso finalmente ho ritirato il risultato dell'esame e la diagnosi riportata è: Oligospermia media e Astenozoospermia medio-marcata.

Ripeto la cura che mi è stata somministrata:
Oraxim, Unidrox e Deltacorten per 14 giorni.
E Striant 1 prima di andare a letto per 30 giorni.

Mi date il Vostro parere su questo tipo di cura?
Grazie infinite.
[#7] dopo  
Utente 522XXX

Iscritto dal 2007
Perchè non mi risponde piu nessun Dottore?
Ho fatto una domanda che non dovevo fare?
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
da questa "postazione", a questo punto, le possiamo solo dire di seguire le indicazioni terapeutiche del collega che ha potuto valutare in diretta e speriamo anche attentamente tutta la sua situazione clinica. Fatta la terapia poi potremmo valutare e monitorizzare insieme lo sviluppo della sua situazione clinica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org