Utente 277XXX
Salve gentile medico,

le scrivo le mie caratteriste e un pò della nascita del disturbo.

peso attuale 58kg
altezza: 1.73

inizio attività fitness marzo 2011

agosto 2011:
dolore provocato dalla palestra: dolore alla spalla, sospettato il sovra spinato.

gennaio-marzo2012:
inizia, durante sforzi in palestra, a tapparsi l'orecchio sx, quasi ad intermittenza con un fruscio. Dopo l'allenamento scompariva.

marzo - giunio 2012:
progressivamente il senso tappamento aumentò fino a diventare quasi permanente.

camminando in montagna (18°), prendendo aria fredda con un po' di sudore, l'orecchio mi faceva male tanto da coprirlo.

ago sett:
verso sera mi sale molta stanchezza, a sere ho la febbre a 37.2. Oltre ad avere i soliti sintomi.

cure eseguite:

ottolino ottobre 2012:

mi ha dato cortisone pensando fosse la tromba di eustachio gonfia da una probabile allergia (soffro di dermatite atomica dalla nascita).

12 nov 2012:
sono tornato dall'ottolino perché dopo avermi dato cortisone in pasticca e poi mepo-medrol 40mg 1ogni3gg non mi è andato via il problema.. ho notato un miglioramento dovuto al cortisone. La dermatite si è calmata. Ma l'orecchio non si è mai stappato del tutto.
Mi ha rieseguito la visita ed ora ha diagnosticato un problema con le cervicali. Mi ha consigliato una visita dal fisioterapista ed una risonanza.

Io penso possa essere un problema allergico, forse un'espansione della dermatite?
grazie anticipatamente

a.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, poiché il disturbo permane nonostante i consulti specialistici ORL, forse sarebbe il caso di pensare che il problema si nasconda altrove.
Come sospettato dall'Otorinolaringoiatra, potrebbe effettivamente trattarsi di una disfunzione tubarica, cioè di un cattivo funzionamento di quel tubicino (la tromba o tuba di Eustachio) che mette in comunicazione il retrobocca con l’orecchio medio, e serve ad aerarlo, a drenare il catarro che si forma e a compensare eventuali sbalzi di pressione fra le due superfici del timpano. All’interno della tuba può ristagnare del muco. Il funzionamento della tuba è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione.
Molto spesso il cattivo funzionamento della tuba è legato a sua volta ad una disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Come sopra accennato, il funzionamento della tuba è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione: infatti , quando sentiamo questo "tappamento", solitamente cerchiamo di muovere la mandibola o deglutire, il che, in un orecchio normale, favorisce lo "stappamento" , che é in realtà un ripristino della pervietà tubarica e un compenso delle diverse pressioni sulle due superfici del timpano.
Quando invece, come mi pare di capire nel suo caso, questo non accade, a volte siamo di fronte ad un conflitto che si instaura fra la tuba e il condilo della mandibola, che può essere dovuto a sua volta alla malocclusione dentaria con malplosizione mandibolare: in pratica, se da un lato il movimento di apertura della bocca viene comunemente sfruttato per il ripristino, all'interno della cassa timpanica, dell'equilibrio pressorio alterato ad esempio per sbalzi di quota, dall'altro un cronico dislocamente posteriore di uno o entrambi i condili e lo squilibrio dei muscoli della masticazione e della deglutizione, possono dar luogo ad una ipofunzionalità tubarica e quindi alla spiacevole sensazione che lei lamenta.
Le consiglio pertanto di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Anche nella letteratura scientifica comincia ad affermarsi il concetto che quando un problema all'orecchio non trova spiegazioni in ambito specialistico Otorinolaringoiatrico, spesso é all'Articolazione Temporo Mandibolare che bisogna guardare.
Le consiglio anche di dare un'occhiata ad un caso che ritengo simile al suo, sempre su questo sito:

http://www.medicitalia.it/consulti/Otorinolaringoiatria/72945/Tuba-di-e

e a questi articoli su questo stesso sito, nell'ipotesi che possa riconoscervi qualche elemento di somiglianza con il suo caso. Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-n
http://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1348/Acufeni-e-di
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dr. Edoardo Bernkopf,

La ringrazio vivamente per la sua cortese risposta.
Proprio questo weekend, dopo aver avuto un attacco di panico (probabilmente un insieme di situazioni che mi stanno colpendo, è morto anche mio fratello un anno fa)... sono tornato dall'otorino che mi aveva prescritto il cortisone, dopo essere andato a farmi controllare dal mi osteopata di fiducia per il sospettato delle cervicali (la sua risposta è stata simpatica: se tu hai problemi alle cervicali, io non ho capito nulla!). Chiedendo un'ulteriore visita/controllo, mi ha inoltrato ad una visita per il controllo mandibolare (esattamente quello che mi ha consigliato lei). Sono riuscito ad ottenere una visita in tempistiche corte, da un noto dottore del campo (qui a Treviso lo considerano il migliore).

La terrò aggiornata qui sul forum, sperando che possa aiutare il medesimo con lo stesso problema.

PS: ho fatto gli esami allergici, tutti negativi. Non capisco questa dermatite atopica se un giorno potrà veramente andarsene come mi hanno sempre fatto sperare i differenti dermatologi che si sono presi cura di me.

La ringrazio ulteriormente, e se avesse bisogno di consulenza nel campo informatico, sono un ottimo medico:)

Distinti saluti,

a.