Utente 277XXX
salve mi chiamo stefano e ho 21 anni, da quando sono nato sono stato in cura presso un endocrinologo perchè non mi scendeva il testicolo destro nello scroto, questo si risolse nel 2004 all'età di 14 anni, tuttavia mi ritrovai con un pene di dimensioni secondo me ridotte, provavo molta vergogna durante la scuola nell'ora di ginnastica perche mi toccava spogliarmi e farmi la doccia davanti i miei compagni, all'inizio pensavo fosse normale avere un pene di dimensioni di 6cm ma quando iniziarono a svilupparsi i primi peli mi accorsi che le dimensioni non migliorarono piu di tanto infatti il mio pene arrivato all'età di 21 anni ha le dimensioni di 5.00/6.00 cm quando e rilassato e arriva a 11 cm in erezione ma non posso sfiorare il glande poichè sento un dolore lancinante e non riesco nemmeno a scoprirlo tutto perchè il frenulo e corto e appena ho un erezione si scopre poco ma non riesco a toccarlo, nei momenti piu intimi da solo non resisto piu di un minuto. è molto frustrante anche perchè non riesco ad avere rapporti sessuali normali. vi prego ditemi se si puo fare qualcosa e quanto ammonterebbero i costi per un eventuale intervento, perchè cosi non posso andare avanti voglio risolvere al piu presto, il mio sognio e avere un pene di dimensioni in erezione di 20 cm e rilassato di anche di 13 cm almeno la mia autostima come uomo si ristabilisce perche ora mi sento un uomo con un pene di un bambino

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che il sovrappeso e la probabile fimosi,in aggiunta ai problemi legati al criptorchidismo,giustificano la dismorfofobia,cioè la mancata accettazione del proprio stato fisico estetico,legata alle dimensioni del pene.A questo, punto, abbandonerei i sogni e mi affiderei alla reale competenza di un esperto andrologo che la Sua città Le offre,anche in struttura pubblica.
La sindrome da spogliatoio che,tralaltro,allontana il maschio dall'attività sportiva,è molto diffusa e penalizzante...Cordialità.