Utente 277XXX
Salve, mi chiamo Daniele e ho 32 anni.
Circa 40 giorni fa ho notato di avere del sangue rosso vivo nello sperma. Tutte le successive eiaculazioni erano caratterizzate da grumi di sangue, o presunto tale, nello sperma, di colore marrone. Non sento alcun dolore, nè bruciore. Sono sposato da nove anni e ho un'attività sessuale regolare (un rapporto completo ogni 2 o 3 gg).Il dottore mi ha prescritto delle analisi del sangue e delle urine e la spermocoltura, che malvolentieri farò tra 5 giorni.
In questo sito ho letto delle informazioni abbastanza esaustive sull'argomento, ma avrei bisogno di alcune delucidazioni.
Le mie domande sono due:
Il fatto di non sentire bruciore o dolore può essere sintomo di qualcosa di grave? (tumore?)
Sono caratterialmente un tipo molto ansioso: c'entra qualcosa?

Vi ringrazio di cuore in anticipo, in attesa di risposta.

PS: per la spermocoltura posso raccogliere lo sperma dal preservativo dopo il rapporto sessuale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il sangue nello sperma può significare due cose:
1) modesta infiammazione prostatica
2) rapporti particolarmente "focosi"
Di sicuro quando succede la cosa mette èpaura come a lei. Personalmente le consiglio di non a tumori e roba varia, di farsi vedere senza fretta da collega per diagnosi definitiva.
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Grazie infinite dott. Cavallini.
Il problema dovrebbe risolversi col passare del tempo senza fare delle cure di farmaci? Se si, entro quanto tempo?
Riguardo alla domanda sulla raccolta dello sperma, vorrei delle delucidazioni perchè ho letto che il liquido lubrificante dei profilattici può alterare l'esito della spermocoltura. E' vero?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Meglio si faccia vedere, basta palpare la prostata per capire, non credo siano utili esami ora come ora.
[#4] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori,
in seguito alle ns conversazioni ho provato da solo a comprimere la parte tra i testicoli e l'ano, e mi sono accorto che avverto dolore. Questo cambia qualcosa o rafforza le vs opinioni?
Vorrei farvi una ulteriore domanda:
questi episodi possono essere stati scatenati da un periodo di stress emotivo che sto affrontando da qualche mese, o la cosa non ha nulla a che vedere?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Vedo che continua col fai da te, ottimo errore. Vada da collega
[#6] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Salve, ho fatto alcuni esami, e questi sono i risultati:
Esame colturale urine: negativo;
antigene prostatico specifico: 1,280<4,000;
Esame colturale sperma: positivo. Identificazione: Flora micribica mista - S. aureus (coagulasi negativa) - Enterococcus.
Il dottore mi ha prescritto: Aranda 500 mg, 2 compresse al dì x 7 gg, poi una compressa al dì x altri 7 gg.
Dopo 10 gg dalla sospensione della terapia devo ripetere gli esami, e deve farli anche mia moglie.
Le mie domande sono due:
Perchè si genera la perdita di sangue?
Se il problema è questa flora microbica, con l'antibiotico il problema deve scomparire?
Se si, ento quanto tempo?
[#7] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Dopo 5 gg dall'inizio della cura, dopo un rapporto, ho trovato ancora sangue vivo nello sperma, ma questa volta veramente in grande quantità. Non so cosa significa, ma questo mi genera veramente molta preoccupazione. Mi piacerebbe che qualcuno mi spiegasse che cosa potrebbe essere successo, e soprattutto fino a che punto devo seriamente preoccuparmi. Grazie.
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Pardon passato in cavalleria. Ho visto flora microbica mista, la qual cosa depone per un falso positivo dell' esame. Ma è stato visto da medico di base o da specialista? Ha avuto esame della prostata? Detto questo un po di sangue non vuol dire nulkla, meglio vedere la fine della terapia che succede. Importante è sapere se è stata fatta diagnosi precisa da specialista su suo problema.
[#9] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Sono andato da un urologo, ma non mi ha fatto la visita. Sulla base dei sintomi mi ha assegnato la terapia. Ovviamente il dottore vuole seguire l'iter, come si fa in casi del genere. Poi l'ho contattato, gli ho detto che l'ultima volta c'era molto sangue, e domani mattina farò una ecografia testicolare e addominale. Può per favore, dirmi quanto devo seriamente essere preoccupato del problema? Facciamo.. da uno a dieci, quanto? Mi perdoni se le sembro banale, ma credo che capisce la mia situazione........
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
il sangue nello sperma può significare due cose:
1) modesta infiammazione prostatica
2) rapporti particolarmente "focosi"
Questo è quanto scritto nel primo post e glielo confermo. Se saltan fuori altre cose, sono reperti occasionali.
[#11] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Che percentuale di casi del genere si scosta da questi 2 principali motivi di sangue nello sperma?
[#12] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non ho capito la domanda, la riformuli.
[#13] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Si, chiedo scusa.
Lei ha detto che i motivi principali di sangue nello sperma possono essere 1)modesta infiammazione della prostata e 2)rapporti particolarmente focosi. Altri motivi, seppure rari, quali possono essere?
Per dirla in breve, visto che anche dalla ecografia addome completa e testicolare non è risultato niente fuori posto (volume, morfologia e tutto il resto nella norma, compresi i testicoli e la prostata), possiamo escludere che ci sia qualcosa di seriamente grave?
[#14] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
1) Alla sua età i motivi sono quelli
2) escluso completamente.
Tranquillo.
[#15] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la pazienza, le farò sapere come si evolve.
Ancora grazie
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per ribadire le corrette indicazioni datele dal collega Cavallini, la invito anche a leggersi questo articolo su questo particolare tema andro-urologico:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/975-emospermia-sangue-liquido-seminale.html.

Un cordiale saluto.
[#17] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Grazie dottore per le informazioni.
Devo però ammettere che la situazione mi è sempre meno chiara.
Ad esempio, non so spiegarmi perchè oggi, a distanza di oltre due mesi dalla prima volta che è successo, ogni eiaculazione è caratterizzata dalla presenza massiccia di sangue (prima erano solo macchie, ora -proprio oggi- è più sangue che sperma), nonostante mancano solo due giorni alla fine della terapia con Aranda 500.
Ho fatto le analisi del sangue,PSA, ecc, tutto ok tranne la flora microbica nello sperma; ho fatto l'ecografia addome, ecografia testicolare, tutto ok.
Che esami devo ancora fare?
Nell'articolo che mi ha suggerito c'è scritto che di solito questo problema si auto estingue. Posso chiederle entro quanto tempo,ragionevolmente, deve estinguersi, visto che sono passati 2 mesi e non c'è miglioramento?
Grazie.
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

a volte sono necessari alcuni mesi prima che il sintomo scompaia.

Comunque, se il problema permane e si accentua, è bene risentire in diretta sempre il suo urologo od il suo andrologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
[#19] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Allora io vorrei procedere così:
termino la cura domani, tra dieci giorni rifaccio gli esami e sento il dottore cosa mi dice. Se il sintomo persiste, chiedo al medico curante di fare una tac nei primi giorni di gennaio.
Solo non vorrei che il trascorrere di tutti questi giorni (oltre 3 mesi), si dimostri 'tiranno'.
Grazie, cordialmente.
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non faccia lei il medico di se stesso.

Sulla TAC od su altre indagini più complesse da fare sarà solo il suo medico che, rivalutata la sua reale situazione clinica, le darà poi le indicazioni diagnostiche corrette da seguire.

Cordiali saluti.
[#21] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
salve, vorrei aggiornarvi sull'evoluzione del mio problema.
Il sangue rosso vivo nello sperma è finalmente scomparso, ma sono ricomparsi di nuovo quegli strani grumi,di colore vinaccio.
Inoltre è successo un altro fatto strano: mentre scendevo delle scale mi sono sentito scorrere qualcosa di consistente lungo il canale urinario.Quando sono andato a urinare, c'erano gli stessi grumi che c'erano nello sperma. Finora non era mai successo nelle urine.
Che cosa potrebbe essere?
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche questo sintomo si inquadra con la storia da lei raccontata ma riporti sempre il tutto al suo medico di fiducia ed al suo andrologo, senza ansie e paure irrazionali.

Cordiali saluti.
[#23] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
purtroppo chi non è del campo in questi casi si fa mille pensieri...
Ma ciò che a me preoccupa è che dopo quai quattro mesi, probabilmente x mio deficit in materia, ancora non ho capito qual'è la diagnosi, perchè ci sono ancora dei 'forse' o dei 'probabilmente'.
Non è tanto il problema che mi genera ansia, ma è questo ancora vagare alla ricerca della diagnosi. Un caro amico mi ha detto che sicuramente quando tutto sarà finito (almeno spero), ne parlerò col sorriso, ma intanto adesso sono seriamente preoccupato.
Grazie per le parole di rassicurazione!
[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le dico subito che a volte, in presenza di una emospermia, non si arriva ad una diagnosi precisa ma questo non cambia la prognosi favorevole.

Cordiali saluti.
[#25] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
Salve, volevo aggiornarvi sulla situazione:
subito dopo la cura con Aranda non ho avuto nessun risultato. Così ho deciso di consultare un andrologo che mi ha fatto una visita completa di ecografia, e ha individuato una calcificazione nella prostata, che a quanto pare non è di alcuna rilevanza, e delle lacerazioni nel canale urinario, più precisamente nell'uretere. Mi ha fatto fare una cura con Ananase 40mg, associata ad una dieta che eliminava l'uso di spezie, alcoolici, birra, assunzione di almeno 2 litri di acqua liscia al giorno, e dopo 15 gg il problema è scomparso. Ora sono circa una decina di volte che il colore dello sperma è tornato normale.e non ci sono più ne tracce di sangue nè grumi. FINALMENTE!!
Ringrazio tutti i dottori che sono intevenuti e pazientemente hanno risposto alle mie domande.
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, siamo felici che tutto si sia finalmente risolto nel migliore dei modi !