Utente 270XXX
Salve, sto indagando sul problema dell'acne, come consigliatomi dal dermatologo ho effettuato analisi ormonali e i risultati sono: F.S.H. 3.60mUI/ml L.H.

4.66mUI/ml PROLATTINA 55.93ng/ml (5.18-26.53) PROGESTERONE 3.50ng/ml

TESTOSTERONE LIBERO 0.96pg/ml DHEA SOLFATO 132ng/ml DHT 94.0pg/ml

DELTA 4 ANDROSTENEDIONE 2.0ng/ml Queste analisi sono state effettuate al 21esimo giorno dall'ultima mestruazione. Mi hanno detto che i valori sono tutti normali, solo la PROLATTINA è un pò alta ma è dovuto dalla puntura del prelievo a prima mattina. Successivamente ho fatto una ecografia con sonda vaginale e la situazione delle ovaie è risultata perfetta. Avendo 25 anni i vari medici mi riportavano tutti ad un acne di origine ormonale...date queste analisi e i valori nella norma quale potrebbe essere l'origine della mia acne?...Sicuramente sono predisposta geneticamente ad avere la pelle grassa...ciò vuol dire che devo rassegnarmi e tenermi quest'acne o posso sperare in una risoluzione e soprattutto capire da dove proviene. Ho anche una cisti al viso sottopelle che tra poco asporterò. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
l'aspetto ormonale è solo uno dei molteplici legati all'acne. Premettendo comunque che variazioni ormonali ancora sotto range di normalità, possono essere attive nel determinare l'acne in presenza di recettori particolarmente sensibili , su base genetica.
Continui la diagnostica e si determini con il suo dermatologo per la terapia , che può essere una strategia integrata , non solo estroprogestinici.
Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Salve,
gli esami sono stati effettuati in maniera che sono inutili, in quanto il periodo giusto è la fase follicolare precoce, cioè nei 5 giorni delle mestrtuazioni, per cui andrebbero ripetuti, Dovrebbero esserne aggiunti altri. Ci sono varie cause di iperandrogenismo, tra cui la iperprolattinemia, anche se il suo medico dice che è aumentata solo per la puntura del prelievo e possono ddare problemi legati all'acne. Ma in questo campo non ci si inventa. Reputerrei serio fare ciò che io faccio nelle stesse condizioni del collega: inviare il paziente dad un buon ginecologo che faccia l'endocrinologia ginecologica. E' lo specialista di riferimento. Purtroppo i ginecologi davvero preparati in questo campo sono davvero pochi, ma ci sono. Magari in clinica Universitaria, dove sicuramente c'è un ambulatorio di endocrinologia ginecologica.
POi, una volta ciorretto l'assetto ormonale, sarà moltop più sdemplicce anche per il dermatologo effettuare la terapia della cute.
Questo è l'unico modo di agire serio che conosco. I tuttologi li lasci dove stanno

Saluti