Utente 121XXX
Buon giorno, ho 43 anni.
Da un paio d'anni, a causa di una ipertensione essenziale sto assumendo ogni giorno Nebivololo 5mg.

Da quando ho iniziato ad assumerlo mi son reso conto di aver avuto un calo (secondo me abbastanza consistente, diciamo del 60%) del desiderio, ma soprattutto negli ultimi mesi riesco raramente a mantenere una erezione costante per più di 10 minuti, e molto spesso quando sono con la mia ragazza... mi abbandona sul più bello, oppure non raggiunge il massimo del vigore.

Inutile dire che la cosa per me è fonte di grandissimo stress, anche perchè non ho mai e poi mai avuto questo tipo di problemi, soprattutto mai prima dell'assunzione di questo farmaco. Continuo ad avere erezioni mattutine (anche se non proprio tutte le mattine).

La mia domanda è: dato che prima della terapia ipertensiva ero perfettamente normale, potrebbe essere un problema legato al Nebivololo? Potrei tentare di prenderne solo metà pastiglia (tenendo sott'occhio la pressione) per verificare se le mie condizioni migliorano? Oppure potrei modificare la terapia con altro?

Non chiedo ovviamente una terapia, ma un'opinione perchè tra Ginseng, Rhodiola Rosea, e fermenti lattici, le sto provando tutte. Magari inizierò anche a fare un po' di moto... chissà che possa aiutarmi.

Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

i farmaci antipertensivi come quello che assume possono dare problematiche sessuali con una disfunzione erettile. I betabloccanti possono ridurre anche il desiderio sessuale e per tale motivo è sconsigliabile il fai date, mentre sarebbe corretto parlarne al suo cardiologo che valutata la situazione le proporrà delle alternative.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2006
Grazie Dottor Maretti.
Ho consultato il medico di base, ma mi ha detto che la quantità di Nebivololo che assumo non è sufficiente a causare questo problema, o per lo meno, lo potrebbe causare ma in percentuale molto minima, tipo il 5%. Francamente a me così non pare (perchè ho proprio notato nei mesi seguenti l'assunzione del nevibololo questo calo) però non posso escludere una causa psicologica.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
serve una visita specialistica per valutare se esistono cause organiche, farmacologiche e/o psicologiche.