Utente 636XXX
Gentili dottori

Ho 30 anni e nel dicembre 2010 ho avuto il mio primo episodio di fibrillazione atriale. Seguito da un altro nel dicembre 2011, e l'ultimo a fine ottobre scorso.

Tutte le volte mi sono recato in pronto soccorso, eseguita la terapia farmacologica (rytmonorm), la FA è andata via in 18 ore circa (l'ultima volta meno, circa 6 ore).

Ho eseguito holter, ECG, ecocardiogramma, prove da sforzo... il cuore sembra non avere problemi. Il 30 Novembre farò lo studio elettrofisiologico.

La mia preoccupazione però è questa: ho un'aritmia respiratoria, e l'aritmologo dice che è normale. Però ho notato che se inspiro molto fortemente (ad esempio se prude il naso), al polso sento due battiti consecutivi molto ravvicinati... oppure in altri casi una pausa e poi riprende. Sembrerebbero extrasistole, ma perchè avvengono con l'inspirazione? E poi non sento il classico "tuffo" al cuore, se non sentissi il polso credo che non le avvertirei.

Qual è il motivo di questo comportamento del cuore? Aggiungo che spesso sento come una mancanza di respiro, sensazione di sbiancare, che durano un attimo. La mia paura è che all'improvviso possa giungere un'aritmia maligna.

Tutta questa attività che osservo mi spaventa, poi leggo di problemi come la sindrome di Brugada, e l'ansia aumenta. Ho chiesto all'aritmologo che mi segue, mi ha detto che non ce l'ho e che devo stare tranquillo... spero non sia stato superficiale.

Grazie per le eventuali risposte!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Mi scusi ma quando lei quando le prude il naso si sente il polso ?! Non vorrei fosse ipocondria...
[#2] dopo  
Utente 636XXX

Iscritto dal 2008
eheh, mi spiego meglio.

Io sono ansioso e un po' ipocondriaco, e durante i periodi successivi agli episodi di fibrillazione atriale controllo il polso in continuazione.

Per caso, "tirando" con il naso, gesto piuttosto comune, mentre controllavo il polso, ho notato questa cosa, e poi l'ho notata molte altre volte, ripetendo il gesto per confermare quello che avevo avvertito.
[#3] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Consideri che in fase inspiratoria la frequenza sale fisiologicamente
[#4] dopo  
Utente 636XXX

Iscritto dal 2008
si, conosco questa cosa, però se inspiro forte, diventa tipo extrasistole, con due battiti ravvicinati, quasi a sovrapporsi. Oppure un tempo di pausa più lungo del normale.

Sono extrasistole? Quando avviene però non avverto la classica sensazione tipo "tuffo" che di solito si avverte, sento solo al polso questo genere di battiti.
[#5] dopo  
Utente 636XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio il dr. Miraglia per gli interventi, ma nessuno può dirmi altro?
[#6] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Come le ho già detto, si tratta di fisiologica aritmia respiratoria in cui durante la fase di inspirium la frequenza cardiaca aumenta ed i battiti si avvicinano, che è proprio la sensazione che avverte lei. stia tranquillo
[#7] dopo  
Utente 636XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora!