Utente 273XXX
Buonasera,
da circa una settimana la mia bimba ha un'eruzione cutanea in particolar modo sul tronco, lunedì l'ho portata dalla pediatra che ha ipotizzato una sorta di "intossicazione alimentare" e quindi mi ha prescritto antistaminico e dieta priva di alimenti istamino-liberatori (penso si dica così).
Oggi non vedendo alcun miglioramento l'ho portata per una visita dermatologica, e questo è stato l'esito:
Da una settimana riferisce eruzione cutanea diffusa al tronco. Rari elementi anche a livello delle pieghe anticubitali, cavi poplitei e fronte.
Riferisce di godere di buona salute generale
Attualmente si osservano numerose lesioni follicolari flegmatiche frammiste a pustole follicolari.
Cute xerotica in paziente con habitus atopico.
Si consiglia:
Lavaggi rapidi con Most Base lavante eudermica
Controllo in caso di persistenza

Volevo sapere da Voi, un vostro parere in merito.
Cordiali saluti
Alessandro
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
è un gran bel referto, molto elegante, e plausibile. In particolare la localizzazione a livello delle pieghe anticubitali e dei cavi poplitei è indicativa di dermatite atopica.
Direi che può seguire senza problemi questo specialista.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille Dottore per la rapida risposta, secondo la sua esperienze in quanto tempo e se, si può risolvere questa situazione ?.
La ringrazio ancora cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Se davvero è una dermatite atopica avrà un andamento più o meno cronico. Nella vita adulta nella maggioranza dei casi i sintomi si riducono del tutto o scompaiono. Il consiglio è quello di "gestire" la dermatite atopica fidelizzandosi con il dermatologo o il pediatra esperto della materia.
cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Grazie ancora per la risposta, la mia questione era quella di cercare di capire quanto potesse durare un face acuta, almeno in linea generale.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Non c'é ovviamente una regola, dipende da caso a caso. Se ben trattata la fase acuta puó essere controllata nel giro di alcune settimane ma, ripeto, c'é molta variabilitá in questo campo ed ogni caso é a sé stante.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dottore,
volevo tenerla informato sull'andamento della situazione; abbiamo consultato un altro Dermatologo (la diagnosi non mi convinceva del tutto).
Questo il nuovo responso:
Tracce di DA evidenziata in pieghe anticubitali e cavi p. , si evidenzia dermatite papulo eritematosa significativa di pitiriasi rosea.

Inoltre il dermatologo, ha evidenziato una "chiazza madre", scambiata dal primo specialista per una puntura d'insetto, e linfonodi retronucali , che dice indici di esantema di origine virale.

Terapia : Bagnetti con prodotto (oliatum credo ... perdoni se sbaglio il nome), una crema non cortisonica (per le pieghe di braccia e ginocchia) oltre a crema idratante per il resto del corpo.

Vorrei sapere da Lei se le due diagnosi possano essere compatibili (visto il momento diverso della visita) e se può suggeririmi un shampoo per la cute, visto che si sta desquamando (tipo forfora)

La ringrazio ancora per l'attenzione
Saluti
[#7] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Da quello che riferisce pare siano proprio compatibili.
Non possiamo suggerire direttamente i prodotti dal sito internet (personalmente non lo faccio nemmeno per e mail senza una visita preliminare).
A disposizione per ogni chiarimento, cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Mi perdoni Dottor, per Lei è compatibile confondere una "chiazza madre" da una puntura d'insetto.
Lo chiedo senza alcuna ironia, sia chiaro !!

Grazie mille ancora

[#9] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Il secondo dermatologo ha confermato che vi sono "Tracce di DA evidenziata in pieghe anticubitali e cavi p. , " quindi ha confermato la diagnosi principale.

Ha poi aggiunto "si evidenzia dermatite papulo eritematosa significativa di pitiriasi rosea" che è un'altra cosa concomitante. Che la lesione iniziale sia un puntura d'insetto o una pitiriasi rosea all'esordio lo deciderà l'evoluzione della dermatosi (la pitiriasi rosea formerà altre chiazze, la puntura d'insetto tenderà a ridursi). Sono quindi pertanto convinto che lo specialista abbia potuto avere dubbi più che legittimi perchè all'inizio non è facile fare diagnosi.

Nel nostro ambiente diciamo che il dermatologo più bravo è sempre quello che visita per ultimo il paziente dopo che ha raccolto i "fallimenti" dei colleghi. Se andate sempre dallo stesso dermatologo vi seguirà meglio poichè avrà a disposizione la possibilità di verificare l'evoluzione clinica, cosa molto importante e di difficile percezione se cambiate ancora una volta il medico.

I miei più cordiali saluti


[#10] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la spiegazione e la Sua cortesia.

Cordiali saluti

Alessandro