Utente 240XXX
Egr.Dottore,
in P.S.mi hanno rilasciato un ECG riportante le seguenti diciture:
- ritmo sinusale...asse P normale,freq.V 50-99
- probabile ipertrofia ventricolare sx- (RaVL+SV3)xQRSd>300
- alterazioni T aspecifiche,deriv.inf. T< -0.10mV,II III aVF
- soprasl.ST,probab.normale morfol.da ripol.precoce soprasl.ST
Ho 50 anni,sono in terapia con Triatec 2.5 mg per I.A.,lieve insuff.mitralica da corde lunghe su entrambi i lembi valvolari.
Ho accusato dolore in emitorace sx inf. con irradiazione alla spalla omolaterale. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Pugliese
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
per maggiore chiarezza visto l'età, dovrebbe fare un ecocardiogramma. successivamente se necessario si prenderanno in considerazioni le varie ipotesi diagnostiche.
[#2] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2007
Egr. Dott. Pugliese
l'ecocardiogramma l'ho effettuato da circa un mese ed è risultato:
lieve insufficienza mitralica di grado lieve da corde lunghe su entrambi i lati valvolari tale per cui il punto di coaptazione risulta più basso del normale (non si tratta di prolasso valvolare). Il jet mitralico è centrale e fine. Iniziali segni di alterato rilasciamento ventricolare sx, atrio lievemente dilatato 44 mm. Valvola aortica tricuspide ed aorta ascendente nella norma. Sezioni dx nella norma per dimensioni, funzione sistolica del v. sx nella norma TAPSE 28 mm. IT minima PAP non valutabile. SIA intatto. Pericardio nei limiti.
Si rammenta di effettuare profilassi antibiotica endocarditica prima di ogni intervento odontoiatrico.
Grazie e Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Pugliese
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
gentile sig.
ha eseguito due esami, scusi la franchezza, praticamente inutili. il suo problema è il dolore all'emitorace che potrebbe essere di origine ischemica. ora a parte il referto dell'ecg il cui referto riporta delle diciture che non hanno senso "tipo freqenza ventricolare 50-99" cosa significa? la frequenza è un valore fisso! o è 50 o è 99. l'ipertrofia non è probabile, o c'è o non c'è...
le alterazioni del segmento sT e l'inversione della T potrebbero essere specifiche del fatto che il dolore che ha avvertito potrebbe essere di origine cardiaco. l'eco-cardiogramma che ha eseguito doveva confermare o meno le alterazioni riscontrate all'ecg, ossia documentare eventuali segni di deficit di movimnto della parete ventricolare causate da una eventuale ischemia. ovviamente, in base a quello che mi ha scritto, non se ne fa nemmeno cenno. tuttavia, voglio pensare che non essendo riportato questo dato, non c'era anomalia.... ora in considerazione che potrebbe trattarsi di una angina che per ora non ha creato danni dimostrabili all'eco, e che tale sintomatologia potrebbe verificarsi solo in particolari situazioni di stress per il cuore, l'esame successivo che deve fare è una prova da sforzo... che se positiva svela la presenza dell'ischemia.