Utente 257XXX
Da bambino mia mamma mi ha sempre dato un'alimentazione sbagliata, verdura mai, raramente, pastasciutta, bistecche e patate fritte tutti i giorni x di piu con lo stesso olio x mesi. da giovane ho sempre avuto una bruttissima acne sulla schiena, brufoloni grossi sulla tutta la parte alta della schiena, ora sono 8 anni che vivo per conto mio e mi alimento in modo adeguato, il fritto lo evito infatti lo mangio anche meno di una volta al mese, la carne solo bianca, rossa solo una volta al mese anche meno, molta frutta e verdura. infatti da 4/5 anni a oggi l'acne alla schiena è scomparsa, mi sono restate solo le macchie sulla pelle di quella acne e basta.
ora vorrei sapere se questo mi ha danneggiato il fegato e come posso scoprirlo con che esami, se bastano semplici esami del sangue o serve fare esami particolari.
ho 29 anni compiuti da 8 anni mi alimento da solo in modo regolare,
all'eta di 19-20 anni sono stato operato di emorroidi perche ne avevo una infinità, ora anche se mi alimento bene il problema c'è ancora infatti 2 mesi fa ho fatto una legatura perche ne avevo una fastidiosa, e il medico mi ha detto che ne ho molte di piccole e che dovro tornare a fare legature, questo è stato causato dalla cattiva alimentazione da giovane?
prima dell'operazione alla fine della defecazione avevo un sanguinamento abbastanza grande, senza dolori e fatica ad andare di corpo pero, lo avevo anche con feci molli.
ricordo che nel periodo che andavo a scuola alle 14:00 quando tornavo a casa trovavo una bistecca pronta e basta o pasciutta con il ragu. era il mio pranzo. questo x 6/7 mesi sicuri, infatti facevo fatica ad andare di corpo.

grazie per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Al di la' della dieta di tanti anni fa non e' certo sbagliato effettuare alcuni esami ematochimici di base, in modo da avere una prima valutazione sullo stato di saluto del suo fisico. ALT, AST e Gamma-GT sono i valori principali che consentono di valutare la funzionalita' epatica, ma oltre a questo importante organo sarebbe bene che il suo Medico di Famiglia le prescrivesse anche uno studio del sangue (emocromo), della funzionalita' renale, della coagulazione e di qualche altro parametro (come la glicemia) di sicura importanza.
Coriali saluti
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Scusa l'enorme ritardo nella risposta, se le posto degli esami completi che ho fatto ad agosto 2011, cioè 1 anno e mezzo fa, riesce a valutare se ci sono dei problemi o dei paramentro sballati che possono far incuriosire da dar esami piu approfonditi?

Se mi lascia una email dove poter inviare i referti. oppura la maniera di pubblicarle . ho gia offuscato il nominativo

poi vorrei approfondire un discorso che il mio medico ha tralasciato appunto all'epoca di questi esami che ho fatto.
oggi mi è venuto un ritorno di memoria perche un parente dalla parte di mia moglie che andava di corpo sempre con liquido gli hanno diagnosticato un tumore al colon ora non so di preciso, dovrei informarmi,
io siccome appunto è un periodo diciamo 1,5 anni che vado di corpo sempre molto molle, tipo (so che fa schifo a dire ma come consistenza dello yogurt) e ho provoato ad eliminare vari cibi possibili causatori di questo tipo di situazione, tipo banane, formaggi pane, e alla fine non ho avuto riscontri,
volevo sapere un suo parere. sono stato operato di emorroidi all'eta di 20 anni ora ne ho 30 , di emorroidi ne ho ancora ma non sanguino piu come prima e non mi danno fastidio a parte una che l'ho tolta tramite legatura 2 mesi fa.
se secondo lei è meglio che apra una discussione a parte per quest'ultimo dicorso mi dica pure.



grazie
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
I risultati ematochimici che risalgono a più di un anno fa sono completamente inutili per valutare la sua situazione attuale: sarebbe meglio rifarli, se il suo Medico lo dovesse ritenere opportuno. Per l'eventuale recidiva delle emorroidi invece ci vuole una visita diretta da parte di un Proctologo.
Cordiali saluti