Utente 277XXX
buona sera, ringrazio anticipatamente tutti i professionisti che si adoperano per aiutare le persone in questo post.
sono un 50 iperteso da circa 8 anni, non fumo, non bevo (1 bicchiere di vino la sera) non sono in sovrappeso e svolgo regolare attivita fisica,(footing) 2 volte la settimana.circa 6 anni fa ho avuto il primo approccio a quelle che avrei scoperto essere extrasistole.non sto a dirvi l'ansieta' nella consapevolezza fosse il cuore malato, fatti tutti gli accertamenti del caso e' risultato tutto negativo lo scrinning cardiaco.dopo un po di tempo sono scomparse riaffacciandosi qua e la non facendoci caso piu di tanto. premetto che ogni anno faccio un esame completo dal cardiologo anche per il fatto che corro ed e' sempre risultato tutto nella norma,come lo scorso 6 settembre, ecg, ecocardio e test dinamico da sforzo effettuato e tutto nella norma,cosi mi e' stato riferito dal medico,scrivo testualmente:(ernia iatale da scivolamento con esofagite di 1grado,raro cardiopalmo della durata di qualche secondo,svolge attivita' fisica ed e'asintomatico per angor e dispnea.ESAME OBBIETTIVO toni cardiaci ritmici,non soffi patologici,al torace MV su tutto l'ambito,non segni di stasi,non turgore giugulare,non edemi declivi,non fegato da stasi.normale cinetica segmentaria e globale,nei limiti la giunzione epi-pericardica,gli apparati valvolari e la vena cava inferiore,minima insufficienza mitralica.test da sforzo :massimale 152/m 89% della fc max teorica e negativo).circa 4/5 giorni fa sono riapparse queste fastidiose se non debilitanti sensazoni al torace ,praticamente ogni giorno, non fortissime ma stabili nel tempo, generalmente se passo la mattinata bene il pomeriggio appaiono e viceversa, piu frequentemente a riposo e rilassato che non in movimento, a volte passo 1o2 ore che non danno quasi tregua, ad ottobre ho avuto una broncopolmonite virale da cui mi sono rimesso completamente, il farmaco antipertensivo che assumevo (plaunazide20 con cui mi trovavo bene anche se il cardiologo aveva consigliato la sera una pastiglia di amlodipina 5 perche' mi aveva constatato un po di pressione alta in ambulatorio, mi e stato sostituito dal mio medico curante con cotareg80, dicendo che il plaunazide gli sembrava un po troppo forte, ma l'assumo da circa 1 mese e i parametri pressori sono piu alti del plaunazide, 135/85 la media.francamente non so piu che fare il cardiologo amichevolmente mi ha detto che il cuore e' sano e che le extrasistole bhe..te le conti, sdrammatizzando, volevo chiedere gentilmente dottore lei cosa ne pensa e se ci puo essere relazione dal nuovo avvento di questa extrasistole con la polmonite che ho avuto o con il campio del farmaco plaunazide/cotareg o l'inizio dell amlodipina, e se, inoltre, perdurassero col tempo queste extrasistole possono davvero danneggiare il muscolo cardiaco facendo sfociare in patologia. chiedo umilmente scusa per il mio essere prolisso e attendo con ansia una vostra risposta. grazie ancora.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per una corretta valutazione delle sue extrasistoli sarebbe necessario che lei si sottoponesse ad un Holter ECG delle 24h, poi ne parli al collega che l'ha segue visto che l'amlodipina potrebbe esser causa di tachicardia inappropriata.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio infinitamente dr. martino