Utente 150XXX
gentilissimi dottori di medicitalia vorrei porvi un mio dubbio riguardo un rapporto non protetto avuto nei miei presumibili giorni fertili...
ho un ritardo di 3 giorni ormai, ma so per certo che anche se non ci fosse stato il rapporto a rischio comunque avrei il ritardo dato l'assunzione nei giorni precedenti di medicinali come antibiotico, antifiammatorio e antistaminico.
il rapporto svolto in pochi minuti senza protezione, l'ho voluto interrompere per paura che il liquido pre eiaculatorio potesse fare il "danno"; lui era molto lontano da una probabile eiaculazione.
so che in quel giorno era in atto l'ovulazione, ma non so di preciso se fosse quello il giorno del picco...
voi cosa ne pensate?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
il rischio di concepimento è davvero improbabile con la dinamica da lei esposta. Più probabile la interferenza faramcologica come da lei giustamente supposto.
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio dottore per la sua tempestiva risposta...mi ha fatto tirare un sospiro di sollievo...
però se mi permette vorrei approfittarne per chiarire alcuni miei dubbi...
ho letto qua e la pareri discordanti sul contenuto di spermatozoi nel liquido pre eiaculatorio...qual'è la verità? può contenerne per davvero? e in tal caso posso fecondare?
durante il rapporto l'uomo si accorge di queste perdite? e sono visibili ad occhio nudo? e nel rapporto orale possono essere "intercettate"?
la ringrazio per la sua gentilezza!
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Il liquido pre-eiaculatorio è espressione di secrezione da parte di alcune ghiandole genitali sottoposte a stimolo sessuale ed in genere non contengono spermatozoi. Tale secrezione non può essere perecepita dall'uomo a meno che non sia abbondante o pre-orgasmica.
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
quel "in genere" fa presupporre che comunque ci sono piccole possibilità di una fecondazione?!

vorrei approfittarne per chiarirmi un ulteriore dubbio: è vero che più giorni passano tra una eiaculazione e l'altra e più c'è possibilità che gli spermatozoi siano un pò "addormentati"? in tal caso quanti giorni devono passare per far si che questo avvenga?
la ringrazio dottore per la sua cortese disponibilità, mi è stato molto di aiuto!
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Il termine "in generale" è d'obbligo in quanto nell'ambito di una attività sessuale le dinamiche sono numerose e quindi non si può parlare in termini assolutistici.
E' noto che se la frequenza eiaculatoria è inferiore ai 3gg il numero degli spermatozoi è più basso rispetto al quantitativo del singolo individuo, invece se superiore ai 5gg ne può essere alterata la motilità. Ma anche in questo caso esistono le variabili.
[#6] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio...è stato molto esauriente!!!
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!