Utente 182XXX
Buongiorno gentili dottori,

a mio marito (33 anni) è stato riscontrato un varicocele di primo grado. Non ha dolori in particolare,ma stiamo facendo dei controlli poichè presenta uno spermiogramma molto brutto.Abbiamo già fatto un paio di tentativi di ICSI nella ricerca di un bambino.
Abbiamo avuto pareri discordanti circa l'utilità di un eventuale intervento: appurato che eliminando il varicocele non è detto che ci siano miglioramenti nella qualità del liquido seminale, c'è chi assolutamente ci ha detto che è inutile e chi invece lascia aperta una speranza.
Mi piacerebbe avere il vostro parere.
Grazie di cuore

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dr Cavallini,

grazie per la risposta. Mi chiedo allora come mai, se la soluzione è così univoca, ci siano andrologi (specializzati e rinomati) concordi nell'operarlo, sottolineando solo ed esclusivamente nella ricerca di migliorare la sua fertilità. Potrà capire che di fronte alla possibilità di aumentare (anche solo ipoteticamente) le nostre percentuali di successo di una gravidanza, ci troviamo notevolmente combattuti. Ma dopo questa risposta, che sembra non lasciare dubbi, rimane solo la confusione e la sensazione di non sapere dove sbattere la testa!
Mi scusi lo sfogo, e la ringrazio ancora di cuore per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
cara signora,
esistono delle terapie, bisogno vedere su che base è la alterazione spermiografica del marito. Trovata la causa, nessun miracolo, qualche coisa di buono si può fare.