Utente 605XXX
Sono ormai più di 25 anni che soffro di questi disturbi. La prima volta che mi è successo, uscii di casa per andare dalla dottoressa di mia moglie a prendere una ricetta e ricordo che appena uscito, faceva freddo, avvertii dei brividi di freddo e iniziai a tremare, allora per istinto contraevo i muscoli addominali, pettorali, del collo e altri ancora per contrastare questi brividi poi iniziai a correre per riscaldarmi, arrivai allo studio medico con affanno e i brividi continuavano, mi appoggiai a un termosifone per prendere calore e piano piano si attenuarono. Da quella volta è iniziato per me un calvario. La cosa strana però è che questo effetto mi fa solo di sera e di notte. Di giorno no. L'ultimo è stato sabato scorso, sono uscito dal cinema con mia moglie, erano le 19.30 circa, la serata èra freddina, si cammina per circa 300 mt. per arrivare alla macchina. Quando cammino avverto freddo ma senza brividi. Questi iniziano appena mi metto a sedere in macchina e cioè nel momento in cui il corpo viene a contatto con gli abiti freddi inizio a tremare, da battere i denti. Contraggo i muscoli in segno di difesa e aspetto quei 4 0 5 minuti che si calma la situazione. Solo che dopo mi rimane un mal di testa. Ne ho parlato con il mio medico il quale non sa che pesci pigliare. Mi ha detto che avrebbe fatto qualche indagine e mi avrebbe fatto sapere. Ho chiesto altre volte e mi ha sempre risposto che non aveva ancora risposte da darmi.
A questo punto non so che fare. Cerco di restare chiuso in casa la sera e di non uscire ma non sempre è possibile. Spero che qualche medico possa darmi delle utili indicazioni di cosa fare e/o a chi riviolgermi.
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano
32% attività
0% attualità
16% socialità
BRINDISI (BR)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
non è il mio campo, ma mi permetto di darle qualche consiglio. Lasciando perdere quanto si copre (perchè presumo che si vesta normalmente in base al clima come tutti), se sente freddo dipende dal fatto che il suo organismo produce poco calore. Il calore dell'organismo deriva principalmente da due fonti:
1) il grasso bruno
2) il movimento
Il grasso bruno è la stufa dell'organismo, le persone che ne hanno in abbondanza sono di solito normopeso (perchè bruciano calorie anche a riposo) e dicono di avere sempre caldo; recentemente ho letto uno studio che metteva in relazione l'assunzione di mele con la buccia con l'aumento dell'attività del grasso bruno. Quindi il primo consiglio viene da se....via con mele non sbucciate. Attenzione a non confondere il grasso bruno con quello chiaro delle persone sovrappeso.
La gran parte del calore comunque deriva dal movimento. Potrei presumere che lei è una persona sedentaria. Fare sport accelera il metabolismo incrementando la produzione di calore anche quando si sospende l'attività sportiva. Da qui la domanda e il consiglio: lei pratica regolarmente sport? Se si lo incrementi, se no lo pratichi con costanza.