Utente 109XXX
Sesso maschile, 50 anni, dirigente, attività fisica con bici ellittica, 50 minuti per 4-5 giorni la settimana.
Sto seguendo una dieta ipocalorica controllata, ma la stranezza è che, se in sette giorni ho perso cinque chili (da 92 a 87), la circonferenza del giro-vita è tale e quale (118 cm).
La pancia si presenta larga ai fianchi, e pronunciata anteriormente sino al pube, quasi a formare la semicirconferenza di una donna gravida a metà gestazione e oltre.
Se la mia taglia normale era fino a due anni fa la 48, oggi ho difficoltà a indossare la 54, tranne che elasticizzata.
Il mio lavoro mi impone immagine, sicurezza, autostima.

Domanda: ferma restando la ripromessa di caparbia prosecuzione del corretto regime alimentare, mi chiedo quale sia la seria efficacia di certe creme, che agiscono particolarmente durante la notte (e che costano un mare di soldi...), prodotte da marchi autoreferenziali, e che si sloganizzano (perdoni l'improvvisato neologismo): "Funziona!".
Io la uso da qualche mese, avrò speso sui 300 Euro, ma sono in difetto, poiché non ho affiancato la crema a un comportamento alimentare adeguato, costante, tale da consentire una attendibile analisi comparativa.
Per tale motivo, dunque, essendo tornato "nei ranghi", stavolta seriamente, terrrei a sapere il livello di attendibilità empirica di tali prodotti, della percentuale di successo, oltre che dei pareri scientifici sulla teorica efficacia dei loro compomenti.
Ringraziando, porgo Cordiali Saluti, evidenziando che eventuali consigli sono sempre ben graditi!
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

l'efficacia di tante creme "dimagranti" e/o "rassodanti"...è fortemente discutibile e non trova, purtroppo, conforto nelle citazioni scientifiche (se non di parte!!), indipendentemente dal tipo di alimentazione che si segue.

L'esperienza pratica, poi, dei tanti consumatori/utilizzatori negativa conferma l'evidenza dei fatti!

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2006
Grazie tante per celerità della risposta. Effettivamente, non vedevo affatto risultati, cosicché sono un'altra delle tante evidenze empiriche negative. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Quanto detto dal collega Marcolongo è sacrosanto. Da quanto posso intuire dalla sua descrizione, quello di cui ha maggiormente bisogno è l'aiuto di un collega che si occupi di alimentazione che la guidi nel giusto percorso per perdere ancora il peso in eccesso.

A scopo puramente estetico poi, se vuole, si può occupare di "rimodellare" il suo corpo con terapie che agiscono in modo elettive sulle adiposità localizzate.

Se dopo una dieta alcune zone resistono al dimagrimento (caratteristicamente nel maschio, pancia e giro vita) si può ricorrere a terapie che associano diversi principi fisici (ad esempio: radiofrequenza, luce ultravioletta e massaggio) indicate per ottenere una riduzione delle circonferenze di queste zone.

Esistono vari strumenti capaci di fare questo. La tecnica, se vuole documentarsi ulteriormente, viene definita dagli anglosassoni "body-shaping".
Troverà facilmente molto materiale in rete.

Si tratta di metodiche che non sostituiscono le diete ipocaloriche ma che hanno una notevole efficacia nei casi in cui esse sono realisticamente applicabili.
[#4] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2006
Grazie davvero, Dott. Laquintana, il Suo parere trova riscontro nell'umile profanità del mio (ossia: persi un po' di facili liquidi, adesso me la devo vedere con i solidi grassi), e i Suoi consigli davvero preziosi e confortanti. Finalmente una risposta che dà, senza solo togliere!.
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Massimo Re
36% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Gentile signore,

per l'adiposità localizzata personalmente le consiglio la Liposcultura che, a mio avviso, è l'unico intervento veramente valido per risolvere il suo problema. Tramite piccolissime incisioni, si aspira la cellulite ed il grasso localizzato dopo averli infiltrati con il metodo della tumescenza. L'aspirazione che avviene con delle cannule molto piccole, elimina il grasso che non potrà più riformarsi e definisce il contorno della zona da trattare, migliorando quindi la forma della silouette.
Saluti,
[#6] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2006
Grazie, Dottore. Io, nel frattempo, ho continuato a dimagrire, giungendo a 84 KG, ma col giro-vita inalterato (118), sebbene più..... "trattabile", nel senso che riesco a entrare in pantaloni 52/54, meglio se dal tessuto elasticizzato.
Avevo pensato alla liposuzione, ma prima di giungervi pensavo: considerato che, stando ai calcoli, il mio peso-forma oscillerebbe (secondo le varie scuole di pensiero) dai 65,5 Kg ai 70 Kg, e che, pertanto, allo stato, nonostante il dimagrimento da 92 a 84, in ogni caso io mi porto addosso ancora ben 14 chili di grasso (!...), non è che il problema stia proprio lì?
Inoltre, per perdere peso più velocemente, nelle prime settimane avevo sottratto dalla dieta i carboidrati (solo da stasera ho ripreso a mangiare il pane), e spesso la sera mi sono limitato a bere solo centrifugati di frutta..... Non potrebbe ciò aver causato un effetto controproducente, così come accade (mi si perdoni il paragone) per le popolazioni più povere, che spesso vediamo magrissime, ma col ventre gonfio?
Gradirei una Sua autorevole risposta.
Intanto Grazie!
[#7] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

condivido la sua intenzione di rimanere, per ora, solo nelle pratiche di dimagrimento tramite opportune diete (sotto controllo medico).

Mi permetto di suggerirle anche di associare un'attività ginnica mirata a ritonificare i muscoli dell'addome e del rachide (per migliorare la postura).

Solo una visita medica diretta le può dire se quello che lei nota adesso sul suo giro vita è un'adiposità localizzata da trattare (col metodo più adatto nel Suo caso) o una semplice conseguenza del sovrappeso.

Sgombri pure la mente dalle tristissime visioni degli addomi prominenti nelle persone denutrite dei paesi sottosviluppati: in quei casi si tratta di patologie di tutt'altra natura che nulla hanno a che fare con la medicina estetica.

Proceda per gradi e si faccia consigliare da un medico che abbia l'opportunità di valutarla di persona.
[#8] dopo  
Utente 109XXX

Iscritto dal 2006
Grazie, Dottore.
In quanto all'attività ginnica, faccio 45-50 al giorno minuti di bici ellittica, ma, certo, dubito che di tale attività possa beneficiare direttamente l'addome (non so il rachide)... Chiederò lumi.
Per quanto riguarda la visita medica, Le vorrei chiedere a quale specialista, secondo Lei, mi dovrei rivolgere.
Grazie molte.
[#9] dopo  
Dr. Domenico Laquintana
24% attività
0% attualità
12% socialità
TROIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
In prima istanza, da quanto posso intuire dal suo racconto iniziale, ad un medico perfezionato in Scienza dell'Alimentazione.

Dopo una dieta correttamente impostata ci sarà tutto il tempo, se ne avvertisse la necessità, di intraprendere cure di altro tipo.