Utente 191XXX
Salve, nell'agosto del 2011 dopo aver eseguito una TAC a seguito di un incidente
mi e' stata riscontrata un'ectasia alla aorta ascendente di 40mm.
Prima dell'intervento subito a causa delle fratture riportate un' esame eco-cardio doppler dava come diametro (massimo, immagino) 38 mm.
All'inizio di Novembre rifaccio l'esame eco-cardio-doppler da dove si evince
un' ectasia di 42mm.
Premetto che ho una leggera ipertensione che tengo sotto controllo con farmaci.
Ovviamente sono un po preoccupato per il notevole incremento dell'ectasia cmq
penso di fare un prossimo esame tra circa 6 mesi, ma ho dei dubbi se e' il caso
di rifare un doppler o una TAC mirata. Il medico curante mi anche prescritto in
riferimento all'ectasia un anticoagulante o fluidificante del sangue. Ho pero qualche perplessita in merito e volevo
sapere da voi se questa prescrizione e' realmente consigliabile in una situazione
che sembra indicare una dilatazione "rapidamente" variabile nel tempo. (penso
a eventuali micro-lacerazioni)
Sperando in una vostra cortese risposta porgo i miei piu' cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Ripeta un esame ecocardiografico di controllo tra 6/12 mesi.

Le dimensioni dell'aorta ascendente non sono tali da necessitare un monitoraggio strettissimo.

Anche l'aumento di dimensioni non appare eccessivo.

Gli ecocardiogrammi, sono esami effettuati con ogni probabilità da operatori e macchinari differenti e la TAC, un esame molto preciso per la misurazione del diametro aortico, mostrava un valore molto vicino a quanto hanno misurato all'ultimo esame ecocardiografico.

Tenga sotto controllo la pressione arteriosa.

Non c'è, in presenza di sola ectasia dell'aorta ascendente la necessità di una terapia antiaggregante.

GI

iaci.giuseppe@hsr.it
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio molto dottore, seguiro' sicuramente suoi consigli
Cordiali Saluti.