Utente 272XXX
Gentili medici,
il grado di opalescenza dello sperma è direttamente proporzionale alla concentrazione degli spermatozoi?
Si può altresì dire che le secrezioni pre-eiaculatorie delle ghiandole bulbouretrali generalmente trasparenti e con una bassa concentrazione spermatica siano a maggior concentrazione di spermatozoi qualora assumano un colore biancastro (escludendo eziologie di altra natura p.es. infettiva)?
Da ultimo,ho letto l'articolo del prof. Cavallini (http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1498-liquido-preseminale.html) in merito all'argomento di cui sopra,vorrei chiedere un opinione : è possibile che i risultati degli studi effettuati siano condizionati non tanto dalla tecnica del prelievo,come già specificato nell'articolo,ma anche dalla posizione assunta nel corso del prelievo da parte degli arruolati allo studio?Più chiaramente è possibile che il potenziale fecondante di tale secrezione sia correlato alla posizione del corpo (dal punto di vista dei rapporti anatomici) assunta dall'uomo nel corso del coito?
Con cordialità



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
1) il grado di opalescenza del liquido seminale è direttamente proprozionale alla composizione chimica dello stesso e non alla concentrazione di spermatozoi.
2) Le secrezioni delle ghindole bulbouretrali in genere non contengono spermatozoi
3) Credo che le posizioni durante un rapporto sessuale penetrativo non abbiano alcuna influenza sulla probabilità di fecondazione
[#2] dopo  
Utente 272XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio.
Buon lavoro