Utente 278XXX
salve, il dentista mi ha fatto delle endorali e mi ha detto che ho due carie.poi ho anche eseguito in ospedale una ortopantomografia per avere una maggiore visione del motivo di avere un leggero fastidio ai denti.il radiologo non mii ha trovato nulla,ma secondo il dentista la RX è stata fatta male; sono ritornato in ospedale per poter parlare con un radiologo il quale mi ha confermato che l'esame è negativo.e che se ci fosse un granuloma si vedrebbe un buco nei denti.oppure un granuloma nella RX ha altri segni per capire se ci sia o meno?non so se dar retta al radiologo o al dentista.grazie.
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
In presenza di un granuloma solitamente c'è una zona di radiotrasparenza in apice del dente ma all'ortopantomografia potrebbbe non vedersi e se sovrapposto ad una radice e di piccole dimensioni potrebbe non vedersi neppure alla rx endoorale
Solitamente il dentist ha maggiore esperienza sui granulomi di un radiologo
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Alfredo Luglio
20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Premetto che il termine " Granuloma dentario" identifica la diagnosi istologica di una lesione che si localizza generalmente nella zona ossea periapicale (circostante l'apice) della radice dentale.
Tale lesione, all'esame radiografico si manifesta con un'area di radiotrasparenza che indica la perdita di consistenza del tessuto osseo.
Non esistono altri segni radiografici utili alla diagnosi.
Un esame radiografico mediante l'esecuzione di xgrafie endorali, in genere, offre maggiori dettagli.
Qualora il suo dubbio persista, ritengo sia opportuno effettuare un test di vitalità dell'elemento dentario che, nel suo caso (dente cariato), potrebbe essere effettuato, con una" Iniziale" trapanazione senza anestesia. Qualora tale atto non susciti dolore sarà lecito propendere per la presenza di tale lesione in quanto la stessa è da considerarsi patologia successiva, in ordine cronologico, alla morte del nervo dentario, del quale pertanto sarà necessaria la rimozione (Terapia canalare) che potrebbe avvenire nella stessa seduta senza anestesia.
La presenza di dolore invece, nell'escludere la presenza della lesione riconducendola ad un artefatto radiologico, comporterà la sola cura della carie previa anestesia.
Cordiali saluti