Utente 262XXX
Buonasera , io sono un ragazzo di 23 anni, ho un problema relativo alla frequenza cardiaca, in certi periodi anche prolungati ho in situazione di riposo una frequenza di 80/90 battiti al minuto . Ho fatto uso in passato di grandi dosi di vasocostrittori nasali ma ora sono mesi che non ne assumo più . ho fatto tanti elettrocardiogrammi e ecografie al cuore, ultimamente ho fatto pure l olter. per il cardiologo che mi ha visitato era normale , mi ha detto di non stare dietro ai battiti perché si regolano da soli. Io faccio palestra ma anche una moderata attività aerobica . Mi ritengo un soggetto allenato. È chiaro però che avendo a riposo 85 battiti al minuto mi basta alzarmi in piedi che mi schizzano anche a 100/110. siccome sono in tipo ansioso lo psichiatrai mi ha prescritto dello xanax . L ho assunto un po' di giorni poi sembrava che i battiti si fossero regolarizzati. Non l ho assunto piu e per un mese tutto ok.Ora però sono saliti di nuovo. Purtroppo ho letto che un soggetto con una frequenza a riposo più elevata può essere maggiormente a rischio ictus o arresto cardiaco allora mi preoccupò. il cuore mi dicono che è a posto però il problema rimane e mi provoca ansia quindi mi viene da misurare i battiti tutti i minuti e peggioro di sicuro la cosa. Io ho sicuramente un periodo di depressione e ansia ma non riesco a capire il perke il cuore faccia così. avevo preso pure il cardiofrequezimetro per allenarmi e prima di cominciare a correre spesso avevo 100 battiti al minuto. poi dopo qualche settimana si è regolarizzato e prima di allearmi avevo pure 68 battiti . non capisco questi periodi alternati di regolarità e tachicardia. Volevo sapere un vostro parere a riguardo , se ci sono rischi per il mio sistema cardiocircolatorio,. Internet purtroppo mi spaventa perché associa questi disturbi a problemi coronarici ecc.onestamente quando mi dicono che il cuore è sano e io faccio pure sport non c e motivo che il mio cuore batta piu veloce del normale. grazie per la pazienza cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i valori di frequenza cardiaca sono legati molto alla sua componente emotiva e comunque rientrando in un range di normalità non sono certo indicativi di una particolare patologia.
Stia sereno anche per il suo futuro.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta tempestiva. io sento sempre dire che gli uomini devono avere una frequenza di 70 battiti a riposo. io anche stasera sono uscito con amici e le posso giurare che avevo anche più di cento. Ho sentito in tv che chi ha tachicardia ha un rischio più elevato di ictus o arresto cardiaco. io non ho sporadici momenti di tachicardia ma giorni interi . in 24 ore non scendo mai sotto gli 80. mi scuso per le mie paure ma non riesco a capire cosa scateni questi periodi così. Poi magari dopo una settimana ritorna tutto normale poi ricomincia. io vorrei essere un soggetto dal punto di vista cardiologico sano . Lei crede che una quantità minima di atenololo potrebbe Giovarmi? un quarto di pasticca per esempio.la ringrazio per la pazienza e per la disponibilità . non so più dove sbattere la testa perché ogni elettrocardiogramma che faccio è regolare ma io continuò ad avere questo problema che mi preoccupa e mi limita. Anche perché avere una frequenza alta tutto il giorno mi stanca molto . Grazie ancora