Utente 199XXX
salve, sono una donna di 44 anni, un pò ansiosa e in sovrappeso. da molti anni soffro di extrasistoli. due anni fa ho fatto anche degli esami per verificare se per caso la causa potesse essere la presenza di un'ernia iatale, ma nulla. l'ecocardiocolordoppler non segnalava nulla. poichè negli ultimi mesi sono aumentati i momenti in cui avverto il "tonfo" soprattutto nel periodo premestruale ho rifatto l'holter che cita:
"ritmo sinusale tendenzialmente tachicardico nelle ore diurne (Fc media 86bpm, Fc max 133 bpm). Non pause patologiche. Lievi BEV isolati (1505) monomorfi non precoci, una coppia e tratti di ritmo bi-trigemino. Non alterazioni della ripolarizzazione ventricolare di significato ischemico acuto".
lunedi rifarò anche l'ecocardiocolordoppler.
Volevo solo sapere cosa ne pensa dei risultati dell'holter, se ha un qualche significato il fatto che i sintomi si accentuano nel periodo premestruale, se conta molto il mio esere sovrappeso o se ha "più peso" l'ansia?
Grazie per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
come da lei intuito la tachicardia e in qualche modo la presenza di una lieve extrasistolia possono esser favoriti da tutti i fattori da lei indicati. In linea di massima, in attesa del suo ecodoppler, l'esame Holter di per sé non è indicativo di una particolare disfunzione cardiaca.
Saluti