Utente 180XXX
Salve sono Valentina,mio padre ha una cardiopatia dilatativa,e ultimamente si è sottoposto alla cardioversione elettrica per la fibrillazione atriale,volevo sapere se questo cuore dilatato può dilatarsi ancora oppure si può avere un miglioramento con le cure farmacologiche che sta seguendo,e poi sottoponendosi all'intervento di cardioversione quest'ultima potrebbe far regredire la dilatazione?
Ringrazio in anticipo.Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è semplice rispondere alle sue domande, ma cercherò di farlo con i limiti della "telemedicina"...Una cardiopatia dilatativa và innanzitutto "studiata" perchè occorre stabilire se è primitiva o secondaria ad altri problemi di cuore (es. una cardiopatia ischemica). Se primitiva (a volte secondaria a infezioni virali) può anche regredire nel tempo, altre volte no e può invece peggiorare. Se è secondaria occorre curare anche e sopratutto la causa che l'ha determinata (anche in maniera differente dalla terapia medica). La fibrillazione atriale spesso è una conseguenza della cardiopatia, ma la peggiora. La cardioversione elettrica è in grado solo di far passare l'aritmia, ma non ha alcuna capacità nel prevenirne il ritorno. A volte la fibrillazione atriale (se persistente nel tempo) può essere causa di cardiopatia dilatativa (la cosiddetta tachicardiomiopatia)....
Altro non posso dirle....
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dottore per la sua tempestiva risposta,
sarei "curiosa" di sapere se ha avuto dei pazienti con questa patologia e se ci sono stati dei casi di miglioramento o la situazione può solo peggiorare..sono molto preoccupata.
[#3] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dottore per la sua tempestiva risposta,
sarei "curiosa" di sapere se ha avuto dei pazienti con questa patologia e se ci sono stati dei casi di miglioramento o la situazione può solo peggiorare..sono molto preoccupata.
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se suo figlio soffre di displasia aritmogena del VD (ma questo è un mio sospetto cercando di interpretare a distanza le sue informazioni) ne ho viste tante....è una malattia che colpisce soprattutto i giovani e il problema è di trattare adeguatamente il paziente a seconda del grado di severità della displasia (che non è lo stesso in tutti i pazienti e può anche peggiorare con il passar del tempo)...
Saluti
[#5] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dottore per la sua tempestiva risposta,
sarei "curiosa" di sapere se ha avuto dei pazienti con questa patologia e se ci sono stati dei casi di miglioramento o la situazione può solo peggiorare..sono molto preoccupata.